“RIAPERTURE”, IN DIRETTA TV TUTTI I DUBBI E LE INCERTEZZE

“RIAPERTURE”, IN DIRETTA TV TUTTI I DUBBI E LE INCERTEZZE

27 Aprile 2021 0 Di La redazione

Il nuovo decreto “riaperture”, da lunedì 26 Aprile, ha consentito, all’interno delle zone gialle, la riapertura delle attività di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e cena, nel rispetto dei limiti orari.

Se ne è parlato oggi durante lo Speciale-“Riaprire, chiudere o morire?” andato in onda sul Canale 90 di Prima Tivvù, condotto da Enzo Di Micco con i giornalisti Anna Guerriero e Norberto Vitale, dove si è discusso di una riapertura che riguarda molti, ma non tutti.

speciale canale 90

Sono numerosi i bar e ristoranti che saranno ancora costretti a tenere abbassate le proprie serrande.

Sono infatti poche le attività di ristorazione che hanno la disponibilità di un dehors all’aperto dove poter accogliere i clienti.

In questa pandemia, si cerca di restare aggrappati alla speranza, perché, come ha detto Luigi durante il suo intervento , raccontando della sua esperienza di un corso di formazione di cucina e pizzeria:

” in questo momento è essenziale riuscire ad avere un pensiero di speranza.”

 

Ospiti della trasmissione, in collegamento dal  ristorante sociale la Locanda degli Artisti, altri ristoratori preoccupati per il futuro delle proprie attività.

 

ristoratore

Uno di questi è Salvatore.

Quest’ultimo, oltre ad avere un’attività di ristorazione, lavora attivamente nel sociale, grazie ad un progetto che permette ai giovani di una casa famiglia di godere di uno spazio lavorativo sempre nell’ambito culinario.

Durante il suo intervento Salvatore esprime le sue preoccupazioni:

“In questo momento i ristoranti sono aperti ma realisticamente “chiusi”. Ciò nonostante le chiusure abbiamo continuato a pagare con fatica le utenze e ad affrontare le spese fisse.

Bisogna solo aspettare che tutto ritorni alla normalità.”

 

Gianluca Roccasecca

Presente in diretta anche il Direttore del settimanale “Il sabato” Gianluca Roccasecca che, durante il suo intervento nella trasmissione andata in onda su Canale 90, ha argomentato su un dettaglio comunque positivo. Nonostante il periodo di forte crisi, infatti, ad Atripalda, si è registrata una crescita delle partite iva abbastanza stabile.

Traendo spunto da quanto riferito dal Direttore, possiamo dire che il discorso sulle partite iva è da collegare, a quelle che potrebbero essere state aperte per sostituire le prestazioni che prima si sarebbero esercitate attraverso contratti a tempo determinato.

Tra crisi economica, attività semi-chiuse e incertezze la trasmissione prosegue col dubbio fisso delle riaperture e dei contagi(ben 1654 quelli di oggi in Campania) che non tendono a diminuire .

Quello su cui tutti sembrano concordare, durante la live sul canale 90, è lo spirito di responsabilità che ci vorrà nei prossimi giorni da parte di tutti e gli sforzi che le forze dell’ordine dovranno attuare per controlli più efficaci e capillari sul territorio.

maria concetta conte

In collegamento durante lo Speciale- “Riaprire, Chiudere o Morire?”, la Dott.ssa Maria Concetta Conte, direttore sanitario dell’ASL Benevento che afferma:

“Riaperture è sinonimo di responsabilità. Non si può pensare che le decisioni del governo siano il “liberi tutti”.

Le ASL da un anno stanno ripetendo le stesse cose, le misure individuali che le persone devono seguire non sono cambiate.

È chiaro che non si può pensare di chiudere un paese intero, ma bisogna assumersi le proprie responsabilità individuali, mettendo in pratica poche regole atte a proteggere se stessi e gli altri.”

Il programma in onda tutti i martedì alle ore 15:00 su Prima Tivvù Canale 90.