RESTO AL SUD E’ IL BANDO GIUSTO PER I GIOVANI IMPRENDITORI DEL MEZZOGIORNO

RESTO AL SUD E’ IL BANDO GIUSTO PER I GIOVANI IMPRENDITORI DEL MEZZOGIORNO

19 Novembre 2018 0 Di La redazione

Se si ha un’ idea imprenditoriale, spesso si hanno delle difficoltà a realizzarla e questo avviene in particolar modo se si è al Sud e se si è molto giovani.

Per fare impresa, infatti, si necessita di un capitale iniziale, che non tutti hanno. Inoltre, si devono dare delle garanzie e anche questo può rivelarsi un tasto dolente.

Per questo motivo, nonostante sempre più giovani desiderino fare impresa e lanciarsi in nuove attività, risulta difficile per loro avere accesso al credito. Questo può portare ad abbandonare dei progetti che, invece, potrebbero rivelarsi vincenti.

La situazione, poi, si complica ancora di più se si guarda con attenzione al Sud Italia. Risulta, infatti, molto difficile fare impresa, soprattutto per gli under 35. Per questo motivo, un bando come Resto al Sud è da prendere in considerazione.

resto al sud

Sebbene sia già un grande successo, è sempre utile ricordare che si tratta di uno strumento che è stato pensato proprio per aiutare tutti i giovani che hanno un progetto imprenditoriale valido ma che non hanno i mezzi per realizzarlo nel migliore dei modi.

Nello specifico, il bando si rivolge ai futuri imprenditori di età compresa tra i 18 e i 35 anni che vogliono realizzare un loro progetto e hanno la necessità di un aiuto statale. In questo modo, quindi, potranno mettersi in proprio con una attività che preveda la produzione sia di beni che di servizi.

Come suggerisce il nome stesso del bando, il tutto è stato pensato al fine di aiutare i giovani che desiderano fare impresa a rimanere al Sud. Possono partecipare al bando coloro i quali, rientrando nei limiti di età sopra indicati, risultano essere residenti in Puglia, Sicilia, Campania, Calabria, Abruzzo, Basilicata, Molise, Sardegna.

Se si ha un’idea da sviluppare, quindi, è utile fare riferimento proprio a questo bando, andando a presentare una domanda specifica. Se, invece, si è in cerca di idee, allora una tra queste è quella di aprire una ludoteca. Come specificato in un valido articolo presente sul portale Contributi PMI, questa idea potrebbe rivelarsi vincente in questo periodo.

resto al sud

Le ludoteche, del resto, sono sempre più richieste, soprattutto alla luce di quelle che sono le esigenze dei genitori, che cambiano e si evolvono anche a causa del lavoro. Aprirne una, però, richiede la conoscenza di alcuni punti.

Innanzitutto, tutto deve essere fatto a norma di legge. Tra i primi passi da fare, quindi, oltre a quello di trovare i fondi per aprire l’attività (e qui entra in gioco Resto al Sud), si deve trovare una location adatta. Si deve sempre ricordare che gli spazi devono seguire determinate regole. Per ogni utente deve essere destinato uno spazio di 4 metri quadrati e devono essere presenti 3 bagni distinti e separati.

Queste sono solo alcune delle regole base che vanno seguite e che devono essere prese in considerazione. Naturalmente, il tutto ha un costo e, nonostante sia un’idea vincente, non sempre si hanno le possibilità per sostenere delle spese così importanti. Proprio per questo tipo di progetto, così come per altri più o meno simili, sono stati pensati questi bandi a sostegno dei giovani imprenditori, che cercano una linea di credito alla quale accedere in maniera semplice.

Con i consigli degli esperti del settore, quindi, presentare la propria domanda e vedere il progetto proposto approvato diventa molto più semplice. Una serie di dritte utili servono sempre e sono da tenere in considerazione se si desidera aprire la propria azienda in una delle regioni sopra elencate.