RENDICONTO 2017, L’AULA APPROVA IL CONSUNTIVO MA E’ BAGARRE SULLA DELIBERA. E’ PREZIOSI A SALVARE LA CONSILIATURA

RENDICONTO 2017, L’AULA APPROVA IL CONSUNTIVO MA E’ BAGARRE SULLA DELIBERA. E’ PREZIOSI A SALVARE LA CONSILIATURA

3 Novembre 2018 0 Di Michela Attanasio

L ‘aula consiliare approva il bilancio 2017.  Il consuntivo passa con 13 voti favorevoli, Ciampi, Aquino, Laudonia, D’Aliasi, D’Alessandro, Ridente, Petitto, Ambrosone, Capone, Festa, Iacovacci, Maggio, Luongo; 12 gli astenuti: Percopo, Pizza, Giordano, Bilotta, Verrengia, Pericolo, Astenuto, Fruncillo, Cipriano, Marietta Giordano , Leonardo Festa, Preziosi ed uno contrario Nadia Arace. A salvare la consiliatura in pratica è stato il capogruppo de “La svolta inizia da te” Dino Preziosi che  lancia però, subito dopo, un ultimatum sulla sfiducia. “Se entro il 26 novembre non si vota la sfiducia io mi dimetto. Questo pomeriggio – ha tuonato dai banchi – abbiamo offerto alla città un altro spettacolo indecoroso. L’inghippo infatti c’è stato su un errore nella delibera di cui si è accorto proprio il consigliere Preziosi. Si trattava della mancanza di un allegato. Errore che avrebbe provocato il commissariamento e lo scioglimento del consiglio. L’emendamento, accolto dall’assessore alle Finanze Gianluca Forgione e votato dall’aula proposto dal consigliere di opposizione Dino Preziosi si riferisce all’ultimo comma della delibera, “non adeguato alla procedura. Ho chiesto di inserire al termine della delibera che come strategia adottata debba essere indicato ufficialmente il dissesto”.«Discutiamo da ore è solo adesso scopriamo che votare quella delibera avrebbe provocato lo scioglimento del consiglio», così Nadia Arace che abbandona l’aula. insomma un putiferio con la giunta sotto attacco. L’assessore Forgione rimpalla la responsabilità dell’errore al commissario prefettizio ricordando che il documento non è passato in giunta.