REGIONALI. PER IL M5S SPUNTA L’IPOTESI TOFALO

REGIONALI. PER IL M5S SPUNTA L’IPOTESI TOFALO

11 Febbraio 2020 0 Di La redazione

Secondo quanto riporta l’agenzia Adnkronos, è ancora rebus regionali per il M5S. Dopo la riunione alla Camera tra gli eletti liguri e il capo politico Vito Crimi, conclusasi con un nulla di fatto, domenica a Genova gli attivisti pentastellati si vedranno per dire la loro sul nodo alleanze: il giornalista Ferruccio Sansa resta in pole, qualora dalla base arrivasse il via libera a un progetto civico col Pd.

Si dovrebbe tenere presto anche il summit dei campani con Crimi (inizialmente fissato per il 10 febbraio e poi slittato) per trovare la quadra in una Regione cruciale per il futuro del Movimento. Finora sono solo due i profili emersi per una possibile candidatura alla poltrona di governatore: la consigliera regionale Valeria Ciarambino, dimaiana di ferro, e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, quest’ultimo magari alla guida di una coalizione ‘civica’ che comprenda anche un Pd senza Vincenzo De Luca. Ma, stando agli ultimi rumors, nelle ultime ore in ambienti parlamentari starebbe circolando anche un altro nome, quello del sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.

Salernitano classe 1981, governista, Tofalo vanta un buon rapporto sia con l’ex capo politico Luigi Di Maio che con il presidente della Camera Roberto Fico. C’era anche lui domenica 2 febbraio all’Hotel Ramada di Napoli, dove la maggioranza dei militanti ha detto no all’ipotesi di una corsa a braccetto coi dem. “Ma si trattava di un campione non rappresentativo dell’intera massa di attivisti campani iscritti a Rousseau”, sottolineano fonti grilline. Come a dire che la partita delle alleanze – in Campania ma non solo – è tutt’altro che chiusa.