REGIONALI. IL DIARIO DEI CANDIDATI E DEI PARTITI (11 agosto)

REGIONALI. IL DIARIO DEI CANDIDATI E DEI PARTITI (11 agosto)

11 Agosto 2020 0 Di La redazione

Nel diario in vista del voto 20 e 21 settembre le attività di candidati e partiti. E’ la volta di Anna Maria Vecchione, candidata di Forza Italia per Caldoro Presidente e Maura Sarno, a supporto di Valeria Ciarambino per il Movimento 5 Stelle. In giornata la direzione regionale del Partito Democratico si è conclusa con una nulla di fatto per la definizione della lista. Il braccio di ferro Ciarcia – Petitto proseguirà, verosimilmente, fino all’ultimo giorno utile per depositare le liste, vale a dire sabato 22 agosto a mezzogiorno. Domani 12 agosto ad Ariano Irpino la presentazione del candidato di Forza Italia Giovannantonio Puopolo alla presenza dell’europarlamentare Fulvio Martusciello. 

 

“In questa campagna elettorale per le elezioni regionali riscontro criticità in vari settori e in più comuni della provincia irpina. Il mio massimo impegno sarà rivolto ad ascoltare i cittadini e gli Enti che esprimono preoccupazione su vari argomenti da tempo irrisolti”, dice Anna Maria Vittoria Vecchione.

“Partendo dalla comunità di Ariano Irpino appare evidente che le istanze dei residenti meritano risposte: condotte colabrodo, sospensione idrica fino a data da destinarsi e disagi non possono ricadere sugli utenti a causa di una gestione disastrosa negli anni da parte dell’Alto Calore.

Passando a Chianche la vicenda del Biodigestore mi vede ferma sulla mia posizione: esprimo il mio secco “No”, l’area interessata verrebbe stravolta. Le scelte imposte dall’alto danneggerebbero seriamente territori a vocazione vitivinicola.

In altre due comunità irpine poi, esiste un problema che danneggia in particolare le persone anziane, incidendo sul sacrosanto diritto alla salute non tutelato, a quanto pare, dalle istituzioni competenti: a Torrioni e Tufo, Regione ed Asl sembrano indifferenti rispetto alla necessità della nomina di un medico di base. A Torrioni bene ha fatto ad intervenire il primo cittadino Annamaria Oliviero chiedendo una risposta urgente. A Tufo, da ex Assessore comunale, conosco bene la questione e mi farò portavoce delle istanze della cittadinanza ascoltando anche le indicazioni del primo cittadino Nunzio Donnarumma, che da tempo si sta spendendo sulla vicenda. Vari problemi dunque su cui discutere. Disagi da affrontare in breve termine.

Non rivolgo e non ho necessità di rivolgere attacchi agli amministratori e ai Sindaci che conoscono perfettamente lo stato delle cose e di certo avranno fatto sentire la propria voce. La mia non è una politica dei proclami fini a se stessi ma vuol essere risolutiva dei problemi sul territorio. In questa campagna elettorale il mio impegno sarà rivolto a far si che Asl e Regione, ognuna per le proprie competenze, diano risposte ai cittadini anche delle zone più interne e per troppi anni lasciate all’abbandono dagli enti regionali”.

 

Sport, Sarno (M5s): “Impianti fruibili e sicuri, non ci tiriamo indietro”

Troppe volte lo sport, soprattutto quello “minore”, viene ingiustamente bistrattato dalla politica.

I motivi alla base possono essere molteplici, ma non condivisibili, perché lo sport è vita, aggregazione, integrazione, benessere psicofisico. E perché no? “Linfa” economica di un modello di turismo che punta sul vivere sano, all’aria aperta, nel verde. E l’Irpinia, per la qualità di vita del suo territorio, potrebbe essere un buon motore di sviluppo.

Certo, il coronavirus ha rischiato di metterlo in ginocchio. Ma la ripresa c’è e deve esserci. Conosciamo bene, attraverso le azioni del ministero dello Sport e del Ministro Spadafora, il sostegno riconosciuto agli operatori di base, alle associazioni sportive, l’impegno a far ripartire in sicurezza tutte le discipline sportive, ma non basta. L’attenzione dovrà essere concentrata sui livelli regionali.

Prima dell’inizio delle attività è necessario trovare delle soluzioni per una ripresa in sicurezza delle discipline sportive che coinvolgono migliaia di sportivi di tutte le età. Non trovare soluzioni adeguate significherebbe il crollo dello sport, la negazione del diritto allo sport di ampie fasce di popolazione e un grosso colpo per i tantissimi operatori sportivi che si troverebbero senza un reddito e ruolo sociale.

Un appello, quindi, va rivolto agli amministratori provinciali e comunali affinché rendano fruibili gli impianti di loro proprietà, attraverso un sostegno ai costi di sanificazione e la riqualificazione di impianti sportivi inutilizzati.

Una concreta e fattiva battaglia per lo sport è una battaglia di civiltà e progresso: non ci tiriamo indietro.

 

Lega Campania, Nicola Molteni – “Inchiesta giustizia contabile: figlia delle clientele della sinistra in questi anni”.
“L’inchiesta della GdF e della Corte dei Conti fa luce sulla prassi politica della sinistra in questi anni in Campania: assistenzialismo e clientele. E intanto ai cittadini toccano le lunghe liste d’attesa, i ricoveri in barella, i trasferimenti al Nord per le cure. Basta con questa vecchia politica figlia di De Mita, Mastella e De Luca. Fuori i mercanti dal Palazzo. I servizi al cittadino tornino tema centrale dell’azione politica dei nostri amministratori”.
Così il segretario della Lega in Campania on. Nicola Molteni in merito alla nuova inchiesta della giustizia contabile sui 20 mln di euro assegnati dall Regione a strutture sanitarie private.