REALE (CONFERENZA DEI SINDACI).NON C’E’ CORONAVIRUS IN COSTIERA AMALFITANA.

REALE (CONFERENZA DEI SINDACI).NON C’E’ CORONAVIRUS IN COSTIERA AMALFITANA.

23 Febbraio 2020 0 Di Anna Guerriero

“Siamo in grado di rassicurare che in merito al caso sospetto sono state effettuate le analisi presso il Cotugno di Napoli le quali hanno ESCLUSO che la persona analizzata fosse affetta dal virus Covid – 19 Coronavirus. Non ci sono casi di coronavirus in Costiera Amalfitana”.

“Non ci sono casi di coronavirus in Costiera Amalfitana. La Conferenza dei Sindaci, è in grado di rassicurare la popolazione a proposito del caso sospetto riscontrato all’Ospedale “Costa d’Amalfi”: le analisi effettuate presso il centro specialistico dell’ospedale Cotugno di Napoli hanno infatti escluso che la persona analizzata sia affetta dal virus Covid-19”. Lo ha dichiarato, Andrea Reale, Delegato alla Sanità della Conferenza dei Sindaci della Costa D’Amalfi e sindaco di Minori.

“Non ci sono casi di coronavirus in Costiera Amalfitana. Va peraltro ribadito che, per garantire la piena funzionalità dell’apparato sanitario di emergenza, è indispensabile che siano rispettati i protocolli e le direttive disposte dalle autorità. In particolare non vanno intasate le strutture di pronto soccorso in base a sintomi generici come febbre alta o tosse, che possono riferirsi a una molteplicità di patologie: occorre che le unità di intervento possano dedicarsi ai soli casi realmente sospetti, che riguardano chi può aver avuto contatti con persone contagiate. E’ poi necessario il rispetto assoluto delle norme di igiene – ha concluso Reale – a partire dal lavaggio ripetuto delle mani. Chi ha dubbi da chiarire o indicazioni da chiedere deve in prima battuta rivolgersi ai numeri telefonici predisposti dal Ministero o dalla Regione oppure al medico curante. Va ribadito che l’organizzazione sanitaria nazionale e locale è pienamente impegnata nelle misure rivolte al controllo del contagio e all’assistenza alle persone malate. Anche il punto di soccorso dell’ospedale Costa d’Amalfi, come ha dimostrato proprio questo caso, è allertato in funzione di una situazione non semplice ma rispetto alla quale si stanno adottando provvedimenti di sicura affidabilità”.