PROVINCIALI. I SOCIALISTI:« PRIMA CONFRONTO SUI PROGRAMMI, POI I NOMI»

PROVINCIALI. I SOCIALISTI:« PRIMA CONFRONTO SUI PROGRAMMI, POI I NOMI»

19 Gennaio 2021 0 Di La redazione

“Nel prossimo maggio ricorrerà il quarantennale della legge 219. Un provvedimento legislativo che mirava alla ricostruzione e alla rinascita post sisma e che ha rappresentato una colossale occasione sprecata. La straordinaria opportunità costituita dall’attento utilizzo dei fondi europei del recovery found non può essere sprecata.

Oggi più che mai l’Irpinia necessita di una proposta politica lungimirante ed inclusiva che sappia coinvolgere la nostra provincia nelle dinamiche che interesseranno le zone costiere (dalla logistica al turismo) e che, contemporaneamente, valorizzi la storica occasione costituita dalla stazione Hirpinia e dalla Contursi – Grottaminarda per abbattere le disparità territoriali attraverso la diffusione omogenea di sviluppo ed occupazione.

Avendo a riferimento l’Ente provincia è questo il grande compito che attiene le forze politiche. La priorità non è individuare a chi spetti indicare il nome del prossimo presidente della provincia, né fornire indicazioni di probabili candidati pregiudizialmente ascritti ad un determinato schieramento. I socialisti, per quanto lusingati da proposte avanzate negli ultimi giorni, ritengono sia prioritario generare un grande sforzo corale che, promosso dalle forze politiche, coinvolga, in una grande stagione di progettualità, le forze del lavoro, dell’imprenditoria, gli amministratori locali senza trascurare il contributo delle realtà più minute.

Essenziale per noi è agganciare questo ultimo treno per lo sviluppo.

Per questo obiettivo i socialisti sono pronti a mettere in campo, con convinzione, le proprie idee, i propri uomini.
Siamo, altresì, convinti che il riferimento politico più idoneo al conseguimento di tale meta è un centro sinistra aperto, che sappia avere anche a riferimento recenti positive esperienze quali quella di Ariano, ove, ci piace ricordare, un centro sinistra inclusivo, attento dal primo momento al contributo del Movimento 5 Stelle, ha supportato con efficacia la straordinaria vittoria di Enrico Franza che è stato rieletto sindaco sfiorando il 70% dei consensi.

Riteniamo, quindi, indispensabile che tra le forze politiche si apra finalmente un serrato confronto finalizzato ad individuare comuni linee di intervento miranti, come dicevamo, a restituire speranza e dignità alla nostra provincia di cui il futuro presidente dovrà rappresentare la sintesi più alta.”

Così in una nota Lino Moscatelli, Responsabile Enti Locali della Federazione PSI di Avellino