STRAGE BUS: CONDANNA A 12 ANNI PER LAMETTA, ASSOLTI I VERTICI AUTOSTRADE. I FAMILIARI VITTIME: “VERGOGNA”

STRAGE BUS: CONDANNA A 12 ANNI PER LAMETTA, ASSOLTI I VERTICI AUTOSTRADE. I FAMILIARI VITTIME: “VERGOGNA”

11 Gennaio 2019 0 Di La redazione

Una condanna a 12 anni di reclusione per il proprietario del Bus , 8anni per la dipendente infedele della Motorizzazione Civile, l’assoluzione dei vertici di Autostrade, pene dimezzate rispetto alle richieste per i responsabili territoriali di Autostrade. Sette assoluzioni. La rabbia dei parenti delle vittime. Questa mattina il verdetto del Processo di primo grado per l’incidente che costò la vita a 40 persone

12.01 – La sentenza di primo grado. Termina con 8 condanne e 7 assoluzioni il processo  per la Strage del Viadotto Acqualonga che il 28 luglio 2013 costò la vita a 40 persone.

Condannato a 12 anni di reclusione Gennaro Lametta, titolare dell’agenzia “Mondo Travel”, proprietaria del bus.

Assolti i vertici di Autostrade, a cominciare dall’Amministratore Delegato Giovanni Castellucci; dimezzate, invece, le pene richiesta dal Pm Cantelmo per i responsbili della manutenzione; assolti  i direttori che nel tempo si sono succeduti alla guida del Sesto Tronco.

“Vergogna, Venduti, Che Schifo, arrestateci tutti” queste le reazioni a caldo, in aula, dei familiari delle vittime e dei superstiti alla lettura del dispositivo da parte del giudice monocratico Luigi Buono.

Assolti, dunque, 7 dei 15 imputati: Giovanni Castellucci – Amministratore Delegato di Società Autostrade, Vittorio Saulino dipendente della Motorizzazione Civile, Riccardo Mollo e gli ex Direttore Generali, Michele Maietta, Massimo Fornaci, Marco Perna, Antonio Sorrentino.

 

LE REAZIONI

I familiari delle vittime

«Siamo delusi. Questa è l’Italia 40, persone ammazzate ad Avellino e 43 a Genova. Siamo delusi».

In lacrime: «Dovevano pagare tutti non sono Lametta. Sono cinque anni e mezzo che peniamo. Una vergogna».

«Io sopravvivo, mi hanno tolto l’aria che respiravo, cinque anni per aspettare che cosa ? Si sono venduti per soldi per il potere »

«Non ho parole, dopo cinque anni e mezzo veniamo qui per sentire che è stato assolto. Autostrade hanno comprato tutti»

«Ho perso mio padre. Non è possibile che in Italia va avanti solo chi ha i soldi»

 

 

 

Ore 9.30 – Il Giudice Luigi Buono si è ritirato in Camera di consiglio comunicando che il dispositivo di sentenza verrà letto a mezzogiorno. L’attesa, per familiari delle vittime e sopravvissuti al più grave incidente stradale d’Europa, sta per terminare: è in arrivo il verdetto di primo grado per la strage del viadotto Acqualonga in cui persero la vita 40 persone nel luglio del 2013.

Dalle 11.00 Prima Tivvù, Canale 90 del digitale terrestre in Campania, sarà in diretta per gli aggiornamenti in tempo reale: dagli studi ci collegheremo con il Tribunale di Piazza d’Armi per aggiornamenti in tempo reale e per la lettura della sentenza.

Lo speciale potrà essere seguito anche in streaming su www.primativvu.it e sui canali social facebook di Prima Tivvù e Telenostra (Canale 189 del digitale terrestre).

Il giudizio riguarderà 15 persone, accusate a vario titolo di omicidio colposo plurimo, disastro colposo, falso in atto pubblico e omissione in atti d’ufficio. Tra gli imputati il titolare dell’agenzia di viaggi “Mondo Travel”, Gennaro Lametta, che noleggiò il bus Volvo precipitato dal viadotto, i due funzionari della Motorizzazione Civile di Napoli, Antonietta Ceriola e Vittorio Saulino, e 12 dirigenti di Autostrade per l’Italia Spa: dall’Amministratore delegato Giovanni Castellucci fino al responsabile della manutenzione del tratto irpino dell’ Autostrada A-16 Napoli-Bari.

RIVEDI LA DIRETTA

Live dal Tribunale di Avellino la sentenza di primo grado per la "Strage del Bus" 11 gennaio 2019

Live dal Tribunale di Avellino la sentenza di primo grado per la "Strage del Bus" 11 gennaio 2019

Pubblicato da Telenostra Avellino su Venerdì 11 gennaio 2019