PRESIDIO ASL NEL PREFABBRICATO A CALITRI. LA UIL REPLICA ALL’ASL: TUTTO PRONTO

PRESIDIO ASL NEL PREFABBRICATO A CALITRI. LA UIL REPLICA ALL’ASL: TUTTO PRONTO

8 Luglio 2021 0 Di Leonardo D'Avenia

Situazione sempre più difficile presidio sanitario di Calitri. La UIL FPL chiede chiarezza e sollecita immediate soluzioni.

Non amiano replicare alle interviste che vengono rilasciate per attaccare la nostra Organizzazione Sindacale, addirittura accusata di sollevare polemiche pretestuose e fuorvianti in quanto non rispondenti al vero.
Evidentemente, chi ci accusa, non ha contezza delle comunicazioni ufficiali che Le vengono inviate sulla pec dell’Azienda che dirige. Riteniamo pretestuosa e fuorviante la replica del direttore generale dell’ASL di
Avellino a noi rivolta, in quanto i fatti dicono esattamente il contrario di quanto dal direttore viene affermato. Questa Organizzazione Sindacale è in possesso delle varie comunicazioni del Sindaco di Calitri, inviate all’azienda sanitaria, l’ultima è del 2 luglio 2021, prot.n° 8096, in ordine alla comunicazione della ultimazione dei locali destinati
al trasferimento del presidio sanitario e della disponibilità del Comune per le operazioni di trasloco.
I fatti sono questi. La UIL ha nel proprio statuto, innanzitutto la difesa dei cittadini e quella dei lavoratori,
quindi, si impegna al meglio nel tutelare queste categorie, evidentemente a differenza di altri, preposti alla organizzazione di un servizio sanitario decente. Invitiamo il Direttore Generale dell’ASL di “farsi un giro” nelle sedi dei distretti e presidi sanitari e si renderà conto, ad esempio, che nella sede del distretto sanitario di Sant’Angelo dei Lombardi invece di un vano per l’ascensore, per favorive l’ingresso agli uffici a tutti i cittadini, c’è un vano chiuso e della sede del presidio di Montella, ancora nel centro sociale donato da CGIL CISL e UIL dopo il terremoto del 1980.
Invitiamo il Sindaco di Calitri di adoperarsi affinchè venga ristabilità la verita. Continueremo ad attenzionare chi di dovere per evidenziare le problematiche a tutela dei cittadini e delle lavoratrici e lavoratori.