Home / Sport / Calcio Avellino / E SE IL PRESIDENTE DELL’US AVELLINO FOSSE GIA’ ANGELO FERULLO?

E SE IL PRESIDENTE DELL’US AVELLINO FOSSE GIA’ ANGELO FERULLO?

Una storia che ha creato il caos più totale, con l’Avellino al centro, oggetto del desiderio di Michele Gubitosa e al momento con al comando Walter Taccone. Ma quest’ultimo ha manifestato la volontà di cedere il pacchetto di maggioranza, con l’unico desiderio di rimanere con una minima percentuale e ricoprire il ruolo di presidente onorario, così, giusto per restare vicino alle sorti del Lupo. Ma del teatrino che si è consumato nelle scorse ore qualcosa proprio non quadra. Con Taccone che prima rifiuta l’offerta di cedere il 100% a Gubitosa accettando le garanzie richieste riconducibili facilmente alla rifondazione del settore giovanile, a nuovi consulenti e quindi non più quelli di Taccone, ai debiti fuori bilancio, ai fatti di Catanzaro, salvo poche ore dopo ripensarci, e invertire la rotta, accettando di cedere il 100% ma non le garanzie. Gubitosa allora non ci sta e salta tutto. Nel frattempo Ferullo va da Gubitosa e come dichiara quest’ultimo gli spiega che dovrebbe trattare con lui visto che c’è in atto un progetto, ma non viene creduto dall’imprenditore irpino che risponde picche. Intanto qualche domanda però ce la poniamo. E se dietro questo assurdo copione ci fosse l’impossibilità di Taccone di trattare da solo vista l’esistenza di un socio di nome Angelo Ferullo?

 

E se tale Angelo Ferullo avesse una probabilissima opportunità di arrivare al 70% delle quote entro maggio e quindi anche domani mattina? E se il presidente Taccone dentro di sé convinto di un rifiuto di Gubitosa, spinto dalla piazza che non voleva Ferullo, fosse andato a trattare con l’ex socio ricevendo un sì inaspettato che gli avrebbe sconvolto tutti i piani? E se qualcuno, il dg Massimiliano Taccone, si fosse accorto prima di questa farsa presentando le dimissioni legate non solo ai risultati sportivi? Troppi giri di parole, troppi ripensamenti che non danno assolutamente l’idea di chiarezza e trasparenza da parte dell’attuale patron del club che forse, sotto sotto, patron non lo è nemmeno tanto più. E se Ferullo, fosse già oggi virtualmente il nuovo socio di maggioranza dell’Us Avellino e nessuno se ne accorge? Per il bene dello stesso Avellino, presidente, diffidiamo dalle comparsate. Grazie.

Circa Pellegrino Marciano

Pellegrino Marciano

Vedi Anche

SANITA’: ALAIA, SETTORE HA BISOGNO DI 4MILA UNITA’, BENE RICHIESTA DE LUCA A GOVERNO

“Il rilancio della sanità in Campania passa anche attraverso il rafforzamento della pianta organica, che ...

DIFFERENZIATA,SI ALLARGA LA RACCOLTA AUMENTANO I DISAGI

Decine di segnalazioni in redazione da perte di cittadini in confusione a causa della nuova ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *