Home / Attualità / PRATOLA SERRA, SCUOLA ELEMENTARE: IL TRIBUNALE DEL RIESAME RIGETTA L’APPELLO DELLA PROCURA

PRATOLA SERRA, SCUOLA ELEMENTARE: IL TRIBUNALE DEL RIESAME RIGETTA L’APPELLO DELLA PROCURA

In seguito alla denuncia esposta dall’allora consiglieri di minoranza Gerardo Galdo e Antonio Guarciariello, in data 19 ottobre 2016 e integrata il 30 ottobre 2016, in merito alla presunta  precarietà strutturale dell’edificio scolastico adibito a scuola primaria sito in via Saudelle di Pratola Serra, la Procura della Repubblica di Avellino formulò il sequestro preventivo facendo apporre i sigilli alla stessa. Dopo alcuni giorni il g.i.p. non convalidò il sequestro della scuola e rigettò la contestuale istanza di emissione del decreto di sequestro preventivo, autorizzandone così la riapertura. In seguito a tale provvedimento la Procura della Repubblica di Avellino fece appello al Tribunale del riesame. Lo stesso fissò in Camera di consiglio il ricorso previsto in data 20 dicembre 2016. Dopo una lunga discussione, il Tribunale nella stessa data comunicò il rigetto dell’appello della Procura.

Ad oggi, il collegio del Tribunale di Avellino ha ritenuto che “il provvedimento di rigetto va confermato” in quanto ritiene “l’insussistenza dei reati”, di cui all’art. 677 e 328, a carico dell’ex sindaco Antonio Aufiero e del responsabile comunale del Settore Urbanistica, e cioè “nell’aver tenuto in esercizio l’edificio pubblico adibito a sede della scuola primaria di Pratola Serra nonostante il segnalato pericolo di crollo e di aver omesso di eseguire i lavori necessari alla rimozione del pericolo”.

Per quanto riguarda l’art. 677 c.p., il Tribunale dichiara che “il caso in esame difetta il presupposto della norma incriminatrice, cioè l’esistenza di un edificio che minaccia rovina”. Lo stabile di via Saudelle è infatti quotidianamente frequentato dagli studenti, dai loro familiari, dal personale docente e da quello amministrativo e “nulla lascia presagire la sua rovina”.

“L’avvertita esigenza di adeguare la struttura alle normative vigenti – si legge nella documentazione del riesame – non significa che l’edificio rischi di crollare e che quindi rappresenti un pericolo per la pubblica incolumità”. In merito all’affermazione dell’ingegner D’Onofrio, c.t. del pubblico ministero, riguardo alle gravi carenze strutturali del fabbricato, secondo il collegio del riesame appare “apodittica in quanto non suffragata da alcuna indagine specifica e insussistente è anche l’ipotizzata omissione di atti d’ufficio”. Il Tribunale di Avellino non ravvisa nel comportamento degli amministratori comunali coinvolti nella faccenda “un colpevole ritardo nell’espletamento della procedura amministrativa” in quanto si tratta di opere che “per la loro entità non sono eseguibili in tempi brevi”. Infatti, l’inizio dei lavori era fissato per il 9 gennaio 2017, previo trasferimento in altro plesso delle attività scolastiche, il che per il Tribunale è “indicativo della solerzia dell’amministrazione nell’esecuzione dei lavori tenuto conto che il contratto d’appalto è stato stipulato il 21/07/2016 e che si è dovuta attendere la soluzione di un contenzioso amministrativo instauratosi con la società partecipante alla gara e risultata non aggiudicataria”.

“Non posso che essere soddisfatto della decisione del Tribunale del riesame – afferma l’ex sindaco Tonino Aufiero – Questo dimostra che la denuncia dei consiglieri di minoranza di allora non fu altro che una mera strumentalizzazione politica finalizzata alla successiva consultazione delle amministrative tenute l’11 giugno di quest’anno. Ho sempre agito nel pieno rispetto delle norme – conclude Aufiero – così come ha agito sempre nella legalità l’ufficio tecnico comunale in termini non solo di edilizia scolastica ma di tutte le competenze affidate”.

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

CHIUSURA OFANTINA, IL GRIDO DI ALLARME DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI

La sicurezza dell’Ofantina è importante e viene prima di tutto, ma le attività commerciali della ...

MESSAGGI DI AUGURI PER GAMBACORTA DALLA CITTA’ DI ARIANO DOPO L’INTERVENTO AL CUORE.

Una grande ondata di solidarietà e di affetto per il Sindaco di Ariano Irpino e ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *