PIANO ANTINCENDI. DE CONCILIIS SPINGE SU COSTA PER RINASCITA CORPO FORESTALE

PIANO ANTINCENDI. DE CONCILIIS SPINGE SU COSTA PER RINASCITA CORPO FORESTALE

20 Giu 2018 0 Di La redazione

“Come ogni anno si ripropone sempre lo stesso problema, il piano di attuazione per fronteggiare gli incendi boschivi” , inizia così una nota della segreteria provinciale del Movimento Nazionale per la Sovranità di Avellino.

“Siamo al 20 di giugno e ancora la Regione Campania non ha adottato il decreto di massima pericolosità per gli incendi boschivi.” Dichiara il segretario provinciale Giovanni Candela, a seguito di un incontro con i dirigenti che si occupano delle questioni ambientali e del territorio De Stefano, Gregorio e Di Biase. La causa di ciò ha un solo comun denominatore: la mancanza di fondi per fronteggiare tutte le spese dovute per gli organi addetti alla prevenzione; la nostra più grande paura, visto il ritardo che si sta verificando, è dover assistere alla stessa situazione che lo scorso anno ha colpito la Regione Campania con migliaia di ettari di bosco andati in fumo tra il parco del vesuvio e la provincia di Avellino. Le scene di Montevergine in fiamme sono per noi ferite ancora aperte”
Ettore de Conciliis, segretario regionale del Mns, aggiunge: “Speriamo vivamente in un sollecito da parte dei neo ministri Costa (ex comandante del corpo forestale dello stato Campania) e Centinaio; in questo ultimo, peraltro, riponiamo una speranza che rimetta in discussione il D.lgs 177/16 e ponga le basi per la rinascita del corpo forestale, unica forza di polizia per far fronte all incubo  incendi”.