PETITTO L’EXTRATERRESTRE?

PETITTO L’EXTRATERRESTRE?

23 maggio 2018 0 Di Sandro Feola

di Sandro Feola

Che la politica Irpina fosse una fucina di paradossi e contraddizioni lo sapevamo bene, ma che Livio Petitto, massimo esponente della corrente sannitica del Pd, arrivasse a sottolineare la estraneità al contesto irpino di alcuni deputati presenti alla prima uscita dei candidati democrat, sinceramente non ce lo aspettavamo.

Ad uno come l’autorevole Presidente del Consiglio comunale, solitamente molto votato, consigliamo di calibrare bene le sue esternazioni, non solo perché quella di ieri ha creato danni forse irreparabili alla coalizione di centrosinistra, ma anche perché rischia di scivolare sulla stessa essenza della sua azione all’interno del partito al quale dice di appartenere. E sì, perché ieri ha fatto la figura del bue che dice cornuto all’asino, del cencio che dice male dello straccio, del corvo che dice “come sei nero” al merlo.

Insomma, non è che Petitto può accusare gli altri di venire da fuori provincia essendo lui il luogotenente di un rispettabilissimo e stimato deputato che viene, però, da Benevento. Rischia, se no, lui che accusa gli altri di extraprovincialità, di fare la figura dell’extraterrestre.