PD. IL NUOVO COMMISSARIO: CONGRESSO ANCHE CON NUOVI TESSERATI

PD. IL NUOVO COMMISSARIO: CONGRESSO ANCHE CON NUOVI TESSERATI

24 Giugno 2021 0 Di La redazione

Si prospetta l’ennesima estate rovente per il Pd avellinese. Si è ufficialmente insediato  a via Tagliamento il nuovo Commissario, nominato dalla direzione nazionale, il parlamentare pugliese Michele Bordo.
A lui Letta ha affidato il delicato compito di provare – laddove due predecessori non sono riusciti – a ricostruire organismi riconosciuti per la gestione della federazione irpina.
In quattro lunghe ore di confronto con i segretari dei circoli ed i leader delle varie componenti i presenti riferiscono di un dibattito animato, a tratti caratterizzato da nervi tesi.
Una discussione che sostanzialmente ha riguardato la gestione interna del partito e non temi di stretta attualità, prospettiva o emergenza, che avrebbero potuto elevare i toni. Ma tant’è.

Bordo alle “bordate”, o di converso agli attestati di fiducia, ha risposto provando ad andare oltre con barra dritta. Critica nei suoi confronti è stata l’ala regionale che ha contestato cambi in corso delle regole che incideranno nella futura composizione della platea congressuale. “Quella 2019 è stata certificata in Irpinia ma non dal Pd nazionale” ha spiegato in un passaggio il neo commissario, rilanciando la strada che aveva già annunciato di voler seguire. Congresso provinciale entro novembre, con rinnovi 2020 e tesseramenti 2021 a partire da luglio. I militanti voteranno tutti. Clima destinato a farsi ancora più rovente.