PD. GRANDI MANOVRE AL VIA PER LA SCELTA DEI CANDIDATI A SINDACO

PD. GRANDI MANOVRE AL VIA PER LA SCELTA DEI CANDIDATI A SINDACO

6 Aprile 2019 0 Di Vincenzo Di Micco

Primarie superate, condivisione di programmi per le alleanze e infine scelta del candidato sindaco: il tavolo di Centrosinistra convocato dal Pd prova a dettare tempi e metodo. Cipriano: “Dialogo Costruttivo”. Gli assenti dissidenti pronti allo strappo: De Caro scrive a Di Guglielmo, Festa convoca una conferenza stampa

Tavolo di Centrosinistra convocato dal Partito Democratico per discutere di programmi e nomi in vista delle elezioni al Comune di Avellino. Rispondono all’appello: i Popolari con Giuseppe De Mita e il segretario Del Giudice, all’altro capo del tavolo il consigliere regionale Petracca, il gruppo Mai Più con Luca Cipriano, la Presidente del Consiglio Regionale Rosetta D’Amelio e i consiglieri regionali Enzo Alaia e Carlo Iannace, la componente deluchiana con Ida Grella, i segretari cittadini di circolo Pagliaro e Giovanniello, i dirigenti e sindaci dem Farina, Vignola, i membri dell’associazione App (Avellino prende parte) D’Alessandro e Iandolo, Generoso Bruno dell’Mdp, Nicola Poppa, Ettore iacovacci, Antonio Rauzzino del gruppo Coloriamo avellino, Stefano La Verde, l’ex presidente dell’Alto Calore Lello De Stefano,  a coordinare i lavori il Segretario Provinciale Di Guglielmo e quello regionale Annunziata. Assenze annunciate quelle dell’associazione Controvento e della sinistra rappresentata da Si Può e Rifondazione. Assente l’area Festa (annunciata per domani alle 17 conferenza stampa), Petitto e nell’immediata vigilia del tavolo arriva la missiva di De Caro (pubblicata sotto) che rinnova l’invito a Primarie o consultazione degli iscritti in Città.

Dopo primi momenti d’imbarazzo iniziale sul dove sedere di alcune componenti, il dialogo a porte chiuse ha preso il via ed è durato circa due ore. Non sarebbero emersi nomi per la candidatura apicale (i circoli dem avrebbero  fatto circolare quelli di Gengaro, Grella e Capone) e tuttavia si è trattato solo di un primo avvio dei lavori con immediato aggiornamento tra lunedì e martedì della prossima settimana. 

Queste le dichiarazioni a fine seduta del Segretario Provinciale Giuseppe Di Guglielmo:«E’ stato un primo approccio dopo assemblee e discussioni, come Pd abbiamo portato 5 punti da integrare per lavorare al programma che sarà la base per la costruzione della coalizione e del percorso».
De caro le scrive invocando nuovamente le Primarie, come risponde ?
Non ho letto la sua lettera ma con lui ho interloquito, so che era impegnato , mi ha ribadito la richiesta. Nell’incontro plenario prima ed in quello con i circoli poi – oltre che con la costruzione della coalizione – ritengo che le primarie siano superate; sarà la coalizione a decidere come fare sintesi.
Il Pd proporrà una rosa di nomi ?
Ci vedremo con i circoli per le scelte, poi condivideremo con gli altri la sintesi sulla figura apicale.
Il perimetro delle presenze di stasera è quello “definitivo”?
Ci sono alcuni assenti che mi dicono ritorneranno nella prossima convocazione, verificheremo.

Il rapporto con la Sinistra assente?

Non condivideva questa impostazione, preferendo quella assembleare , io credo che fosse importante dare un avvio a porte chiuse tra virgolette: c’era bisogno di un confronto interno schietto. Il perimetro ora è solido in attesa che si definisca il processo.

Immagina lei un candidato sindaco che sia del Pd ?
Faremo la nostra proposta e la discuteremo con tutti , siamo a disposizione anche sulla eventualità di una candidatura apicale .

Sintetica dichiarazione di Luca Cipriano al termine del tavolo di confronto: “Avviato un dialogo costruttivo”

 

LE  IMMAGINI DEL TAVOLO

 

DE CARO: PRIMARIE STELLA POLARE, NON SI VIOLI LO STATUTO

Il deputato del Pd Umberto del Basso de Caro, invitato al tavolo di confronto scrive al segretario provinciale del Pd Giuseppe Di Guglielmo. “Caro Segretario, ringraziandoti per l’invito che, cortesemente, mi hai rivolto, mi duole dover giustificare la mia assenza per impegni largamente antecedenti. L’occasione è propizia per formulare al tavolo del centrosinistra gli auguri di proficuo lavoro nell’interesse della Città di Avellino. Il tavolo della coalizione è chiamato a definire il programma di governo cittadino e, subito dopo, la guida della coalizione medesima. Segnalo, come più volte fatto attraverso gli organi di informazione, l’esigenza che il primo partito della Città di Avellino possa guidare il centrosinistra nel rispetto della pari dignità di tutti gli alleati, siano essi partiti, movimenti o associazioni. Considero assolutamente necessario coinvolgere nella scelta del candidato Sindaco tutti i cittadini attraverso primarie aperte o, in estremo subordine, attraverso la convenzione di tutti gli iscritti della città di Avellino. Personalmente propendo per la prima ipotesi ma ove questa non si ritenesse praticabile in tempi brevi dovranno in ogni caso essere consultati tutti gli iscritti del PD di Avellino per poter dare a ciascuno di essi la possibilità di partecipare e scegliere il candidato Sindaco. Negare questa duplice possibilità, primarie aperte o consultazione di tutti gli iscritti, rappresenterebbe una grave lesione dello Statuto e dei regolamenti attuativi che, a partire dal 14 ottobre 2007, rappresentano la stella polare delle scelte più significative che il Partito è chiamato a compiere. Qualsiasi nome il PD dovesse indicare, in assenza di queste ineludibili premesse, avrebbe il carattere di arbitrio perché speso senza alcun coinvolgimento dei cittadini, militanti e iscritti e, dunque, in violazione di elementari principi di democrazia anche interna. Peraltro, una scelta tanto sciagurata autorizzerebbe — con qualche ragione- i nostri avversari politici a parlare di scelte cadute dall’alto o di politica dei. Se un fatto il tempo che viviamo ci consegna è la necessità di trasparenza e partecipazione. Confido nel senso di responsabilità tuo e di tutti i dirigenti del Partito. Se partiamo con il piede giusto nessun obiettivo ci è precluso e tutti insieme potremo festeggiare una grande vittoria dei democratici di Avellino. Buon lavoro ed a presto”.