PARITÀ  DI GENERE: AVELLINO DICE SI ALL’ INIZIATIVA “MENO FIORI, PIU’ DIRITTI”

PARITÀ DI GENERE: AVELLINO DICE SI ALL’ INIZIATIVA “MENO FIORI, PIU’ DIRITTI”

8 Marzo 2021 0 Di La redazione

Nella giornata di oggi, giornata tutta al femminile, Avellino prende parte ad una bellissima iniziativa chiamata “meno fiori, più diritti”.

 

Si chiedono  al Sindaco Gianluca Festa ed agli Assessori Luongo e Mazza, più impegni concreti in aiuto delle donne della città.

Si chiede di concretizzare gli impegni tramite la riapertura dei Consultori, la nascita di una Rete Antiviolenza e la realizzazione di una Casa delle Donne.

Il Capogruppo di APP, Francesco Iandolo, nella giornata di oggi su richiesta della Rete GiustoMezzo, ha depositato un ordine del giorno per chiedere alla Regione Campania che il 50% dei fondi del Recovery Fund siano divisi in modo equo per azioni che si rivolgono alla vita quotidiana di uomini e donne, con particolare attenzione alla problematica dell’occupazione femminile. Inoltre tra le richieste c’è quella di garantire la parità di genere all’interno degli organismi pubblici che hanno il compito di elaborare, promuovere e gestire politiche di spesa in ogni ambito.

Il Capogruppo di APP, nell’ordine del giorno ha chiesto anche un impegno alla Giunta Comunale ed al Consiglio chiedendo di:

-usare le risorse del Recovery Fund per contrastare il Gender Pay Gap e per promuovere forme innovative di smart working.

-monitorare lo sviluppo delle forme innovative di smart working per evitare che diventino penalizzanti nei confronti dei percorsi lavorativi delle donne nei contesti di lavoro.

-monitorare le discriminazioni e le molestie sul lavoro.

-rafforzare la qualità dell’occupazione delle donne per potenziare l’autonomia e l’inserimento lavorativo.

-incentivare le azioni di contrasto alla povertà estrema 

-agevolare e premiare le aziende che praticano le pari opportunità e promuovono l’inserimento lavorativo di donne uscenti da percorsi assistiti contro la violenza-

In merito alle problematiche esposte, il Consiglio comunale di Avellino ha sottolineato l’urgenze e l’ importanza di questi temi, sostenendo che i problemi delle donne sono molti e non riguardano solo loro ma riguardano lo sviluppo equo e sano di tutti.

Si è valutato che la recessione innescata dalle misure di contenimento per l’emergenza Covid, ha avuto ed avrà un impatto particolarmente preoccupante sull’occupazione femminile.

Perciò, la Giunta ed il Consiglio si sono immediatamente mobilitati  impegnandosi ad:

-utilizzare le risorse del Recovery fund a favorire la formazione e l’ occupazione femminile.

-assumere e promuovere l’assunzione del bilancio di genere

-rafforzare la qualità dell’occupazione femminile, potenziare le infrastrutture sociali per la conciliazione, l’autonomia e l’inserimento lavorativo delle donne con differenti abilità.

-incentivare azioni di contrasto alla povertà estrema

-monitorare le forme innovative di smart working

-monitorare in collaborazione con la Consiglieria di parità eventuali discriminazioni e molestie sul lavoro

-individuare agevolazioni e premi per aziende che praticano le pari opportunità