PARISI, L’EMPOLI PREME MA PUO’ RESTARE IN PRESTITO. MERCATO, ORE CALDE

PARISI, L’EMPOLI PREME MA PUO’ RESTARE IN PRESTITO. MERCATO, ORE CALDE

9 Settembre 2020 0 Di Pellegrino Marciano

Un incontro fiume durato circa 3 ore con l’agente di Fabiano Parisi, Mario Giuffredi, per definire il futuro del terzino di Serino. Se sarà ancora in biancoverde questo non è ancora certo, di certo c’è che l’Avellino vuole fare di tutto per tenerlo, almeno un altro anno, non importa con quale formula. Giuffredi ha portato sul tavolo del presidente D’Agostino un’offerta dell’Empoli che si aggira sui 400mila euro più bonus in caso di promozione in Serie A da parte dei toscani. Un’offerta importante per un club di Serie C, ma c’è da considerare la volontà del calciatore che non rifiuterebbe un’occasione così importante, in una società, quella empolese, che da sempre valorizza giovani talenti. L’Avellino dal canto suo, davanti all’offerta sostanziosa e alla volontà di calciatore ed agente di cambiare aria, potrebbe accettare con un compromesso: avere Parisi in prestito per un altro anno prima di fargli spiccare definitivamente il volo. Soluzione che potrebbe prendere fortemente quota visto che con la lista a 22 l’Empoli si ritrova con parecchi esuberi in rosa e ha preso Terzic nel ruolo di terzino sinistro. Insomma, situazione in divenire, ma Parisi potrebbe certamente restare ancora ad Avellino. Per quanto riguarda le altre trattative, nelle prossime ore si ha la sensazione che i lupi potrebbero battere più colpi con Santaniello praticamente chiuso e Bianchi sempre in attesa di essere spedito in Irpinia. Capitolo Scognamillo, l’Avellino aveva chiuso l’accordo col difensore del Trapani, ma il calciatore nel frattempo ha trovato l’intesa con l’Alessandria. Mossa che ha lasciato perplesso lo stesso procuratore del difensore italo-russo. Contatti con Maniero per l’attacco, ma nulla ancora di concreto.