PALIO DELLA BOTTE DI AVELLINO. RIVIVONO I MONUMENTI

PALIO DELLA BOTTE DI AVELLINO. RIVIVONO I MONUMENTI

9 Agosto 2019 0 Di La redazione

Tutto pronto per la XXVI Edizione del “Palio della Botte” di Avellino, l’appuntamento più che ventennale nel centro storico della città. Ritornano le Visite Guidate del Palio il 10 e 11 Agosto con raduno dei partecipanti alle ore 18:30 presso la Fontana di Bellerofonte in C.so Umberto I, a cura della Dott.ssa Lina Vella, Storica e Critica d’Arte, con la partecipazione del Prof. Mariano Nigro, Storico e Vicepresidente del Comitato Provinciale dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Due diversi itinerari quest’anno si intrecciano, alla scoperta dei legami di comunità che la città ci racconta: il 10 AgostoLe vie della religio” con la visita ai luoghi più rappresentativi dello spirito della comunità e la speciale esposizione delle Corone della Madonna Assunta e di Costantinopoli presso la Cripta di S. Biagio aperta al pubblico il 10 e 11 Agosto dalle ore 18:00 alle 20:00; l’11 Agosto “Le vie dei principi”con la visita a monumenti e simboli della città, alcuni fra i più noti ed altri quasi inediti. La tre giorni del Palio si apre il 10 Agosto con i Giochi Antichi dedicati ai bambini dalle ore 19:00 in C.so Umberto I e a seguire Spettacolo di Falconeria DM (Lavello – PZ). La gara del Palio ci aspetta l’11 Agosto col Palio dei Bambini e il 12 Agostocon il tradizionale corteo storico e la sfida delle sette contrade. Novità di quest’anno il gruppo degli Arcieri del Palio che sotto la guida degli Arcieri Irpini si affronteranno in una gara di tiro con l’arco per far vincere la propria contrada.Ad animare le serate i “Piccoli Sbandieratori del Palio”ed i gruppi ospiti: da Cava dei Tirreni Sbandieratori, Musici e Trombonieri “Sant’ Anna all’Oliveto, SbandieratoriBorgo S. Nicolò” e i fachiri a cavallo di “Antonyranch”;  Sbandieratori di Borgo Concilio da Angri, Sbandieratori e Musici “Puer Apuliaeda Lucera (FG), “I Viandanti di Montevergine” da Ospedaletto d’Alpinolo. Ancor più ricca la partecipazione di Enti e Associazioni al Villaggio Solidale del Palio: con la loro presenza testimoniano l’appassionato e silenzioso impegno quotidiano a favore “dei più poveri tra i poveri”.