OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI, DE LUCA RICONFERMA DE LUCA

OSSERVATORIO REGIONALE RIFIUTI, DE LUCA RICONFERMA DE LUCA

5 Marzo 2021 0 Di La redazione

La nota dell’ex senatore Vincenzo De Luca, confermato alla presidenza dell’osservatorio

Con Decreto n.53 del 4 marzo 2021 il Presidente della Giunta Regionale della Campania,  Vincenzo De Luca, mi ha confermato quale Presidente dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti (ORGR), conferendomi un mandato quinquennale a titolo gratuito, ai sensi degli articoli 3 e 4 del Disciplinare approvato con DGR n.342/2016.

Con lo stesso provvedimento il Presidente De Luca mi ha affidato il coordinamento «di un programma di attività relative alla sostenibilità ambientale, che si interconnettano con le attività dell’Osservatorio Regionale Rifiuti».

Espleterò tali funzioni valendomi dell’attuale Struttura dell’Osservatorio, rapportandomi direttamente con l’Assessore all’Ambiente, on. Fulvio Bonavitacola.

Ringrazio il Presidente Vincenzo De Luca per il conferimento di un incarico impegnativo e di grande responsabilità nei confronti delle attuali, delle nuove e delle future generazioni di cittadini campani. Sono lieto di rinnovare con il Governatore una collaborazione sulle questioni ambientali, già oggetto negli anni di incontro e confronto istituzionale nelle diverse sedi, in ambito nazionale e regionale.

Accetto l’incarico in un momento storico cruciale, che segna indissolubilmente il legame tra ambiente, salute e sviluppo.

Il tema della sostenibilità ambientale è entrato nel dibattito mondiale da mezzo secolo ormai, ma solo dalla metà del decennio precedente ha trovato il suo più alto riconoscimento nell’agenda 2030 dell’Onu, da cui scaturisce il “Green deal europeo 2050”, il piano di transizione ecologica che mira ad azzerare  le emissioni entro il prossimo trentennio.

Oggi il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) nell’ambito del Recovery Fund offre le risorse e gli strumenti all’Italia per agire. La Campania è pronta nel contesto del Mezzogiorno e del Paese a dare un contributo di innovazione e lungimiranza, per affermare un modello competitivo di sviluppo ecocompatibile, contrastando lo spreco con la cultura del riciclo, difendendo e valorizzando le risorse naturali a protezione e salvaguardia della salute e del benessere collettivo.

La Legge Regionale 26 maggio 2016, n. 14 ha gettato le basi per portare la Campania in Europa, riformando profondamente il suo profilo in materia di gestione e politiche ambientali.  In questi anni ha consentito di riprogrammare l’assetto del ciclo integrato, fondandolo sul concetto di riciclo e riuso del rifiuto nell’ottica dell’economia circolare.

In questo quadro, il programma di attività relative alla sostenibilità ambientale dovrà contribuire a rendere compiuti gli obiettivi stabiliti dal governo regionale. Darò all’Assessore all’Ambiente Fulvio Bonavitacola – che ringrazio – il supporto per la responsabilità che mi è stata assegnata.