Home / Cronaca Avellino / ORRORE A FRIGENTO, LA MADRE MORTA ASFISSIATA

ORRORE A FRIGENTO, LA MADRE MORTA ASFISSIATA

Al termine di quattro ore d’interrogatorio non confesserà alcun omicidio. Ma gli elementi emersi dalle indagini e le risposte fornite al pm fanno scattare l’arresto di Ivano Bonetti.

Il 27 enne, ultimo figlio di quattro, avrebbe massacrato i genitori a colpi d’ascia.

La morte della coppia risalirebbe all’alba di giovedì. Stando ai primi accertamenti sulle salme a porre fine all’agonia della madre potrebbe essere stata un’azione di soffocamento.

Per due giorni avrebbe poi vegliato e ballato intorno ai cadaveri. E’ solo l’ultimo inquietante particolare di una vicenda finita alla ribalta delle cronache nazionali.

“Il mio unico amico è Satana”, avrebbe poi risposto il ragazzo agli inquirenti che con domande precise cercavano di scavare nella sua vita per inquadrare il contesto in cui è maturato il delitto.

E’ stato appurato che Bonetti soffrisse sin dall’età di 4 anni di crisi epilettiche, in passato ha dovuto far ricorso a cure sanitarie in un centro d’igiene mentale oltre ad aver avuto necessità di rivolgersi al centro sert dell’Asl per problemi di dipendenze.

Nel giardino dinanzi casa i carabinieri hanno ritrovato sotto terra, accuratamente ripulita, un ‘accetta compatibile con l’arma utilizzata per il duplice omidicio.

L’arrestato è stato associato presso la Casa di reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi. L’abitazione resta sotto sequestro

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

MONSIGNOR AIELLO INCONTRA I DETENUTI DI “BELLIZZI”, A LORO DEDICA UNA CANZONE

A loro monsignor Arturo Aiello ha dedicato “Lacrime napulitane”

FENOMENO DEL BULLISMO 35 I CASI ACCERTATI IN PROVINCIA DI AVELLINO

Il garante per l’infanzia e l’adolescenze della Regione Campania ha reso pubblici e dati sul ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *