OMICIDIO-SUICIDIO A ROMA, LE DUE VITTIME SONO IRPINE

OMICIDIO-SUICIDIO A ROMA, LE DUE VITTIME SONO IRPINE

23 Maggio 2020 0 Di La redazione

Una vera e propria tragedia questa mattina a Roma. Un omicidio a sangue freddo e poi un suicidio. Un uomo ex guardia giurata, ha ucciso la moglie e ferito il figlio,  per poi uccidersi con un colpo di pistola alla testa. Le due vittime sono di origini irpine, infatti, la donna, una 63enne, si era trasferita nella capitale con il compagno di una vita, che alla fine è stato il suo assassino, negli anni ’80. Il 67enne questa mattina, sembrerebbe, dopo una serie di litigi che avevano portano la moglie ad allontanarsi dalla sua abitazione in piena emergenza Coronavirus, ha sparato alla sua compagna ed al figlio, un 44enne che aveva provato a disarmare il padre ed ora è in grave pericolo di vita. Subito dopo l’uomo si è tolto la vita. Gli investigatori  sono alle prese con le indagini per capire come sono andate le cose per una tragedia che vede due vittime irpine partite molti anni fa alla volta della capitale.