OMICIDIO GIOIA. NELLE PROSSIME ORE INTERROGATORI E AUTOPSIA SUL CORPO DELLA VITTIMA

OMICIDIO GIOIA. NELLE PROSSIME ORE INTERROGATORI E AUTOPSIA SUL CORPO DELLA VITTIMA

25 Aprile 2021 0 Di Anna Guerriero

Dovrebbe tenersi domani l’interrogatorio di garanzia dei due fidanzatini arrestati per l’omicidio di Aldo Gioia, ucciso venerdì sera con sette coltellate che gli sarebbero state inferte dal 23enne di Cervinara che sarebbe entrato in casa della vittima grazie alla complicità della figlia del 53enne.

Una vicenda orribile che ha sconvolto l’Irpinia, una tragedia della quale si parla con incredulità e dolore anche questa mattina in tutta la città. Ad Avellino l’ultimo delitto in famiglia risale al 2018, quando un anziano uccise la sorella soffocandola nella sua abitazione e poi tentò di  uccidere anche il fratello.

Quanto accaduto venerdì sera nel condominio di corso Vittorio Emanuele, nel cuore del capoluogo, ha riportato alla mente di tutti anche un altro terribile ricordo, quello legato al delitto di Novi Ligure, quando Omar ed Erika uccisero la madre ed il fratellino di lei. Da quello che si apprende dalle indagini lo stesso piano avrebbero tentato di mettere in atto i due fidanzati irpini. Dalla nota  a firma del procuratore di Avellino, Domenico Airoma, infatti si apprende che i due ragazzi di 23 e 18 anni hanno riferito che il piano avrebbe dovuto concludersi con la loro fuga dopo aver ucciso anche la madre  e la sorella di lei, perchè tutta la famiglia osteggiava il loro rapporto sentimentale.

Nella giornata di domani dovrebbe essere conferito anche l’incarito per l’autopsia sul corpo di Aldo Gioia.