NUOVO STADIO, FESTA: “IL FUTURO DI UN TERRITORIO. VI SPIEGO IL PERCHÈ DELLA DATA. IN 4 ANNI IN SERIE A”

NUOVO STADIO, FESTA: “IL FUTURO DI UN TERRITORIO. VI SPIEGO IL PERCHÈ DELLA DATA. IN 4 ANNI IN SERIE A”

24 Aprile 2021 0 Di Michelangelo Freda

“Buongiorno a tutti, do il benvenuto a tutti gli ospiti presenti. L’architetto Zavanella si è calato perfettamente nella nostra realtà. Solo chi è spinto da una sana follia poteva immaginare di poter realizzare quello che stiamo per presentare. Siamo orgogliosi di poter presentare al pubblico irpino e nazionale questo progetto stadio. Per temperamento mi sono impegnato per raggiungere questi obiettivi in questi territori complicati, dove è difficile emergere. Dopo anni di difficoltà stiamo facendo sognare la nostra gente, cercando di raggiungere obiettivi importanti per la nostra comunità. Occorre un’opportunità, una chance, una prospettiva per la nostra comunità. Non noi presenteremo solo un progetto, ne vogliamo cambiare il corso della storia, noi stiamo determinando il futuro di un territorio e di una provincia. Noi stiamo determinando il futuro dell’Irpinia. È vero che parliamo di calcio ma l’Avellino è valore, senso di appartenenza di una comunità che si rispecchia nello sport che da tutto il mondo si identifica in questi colori. Sarà un volano per l’economia di questo territorio. In un momento in cui il mondo si è fermato noi pensiamo al futuro della nostra comunità. È il primo esempio dove contestualmente viene presentato il progetto e depositiamo la proposta. Non stiamo alle idee ma ai fatti concreti. Il primo esempio per il centro sud. Nella data c’è tanto. Adesso vi spiego il perché di 24-4-21. Nel 2024 completeremo i lavori. Il 21? Il numero di spettatori, saranno 21mila. Il numero 4? Il numero di anni che l’Avellino ci impigherà per tornare in Serie A. Ecco il motivo di questa presentazione in questo giorno.”