NON BASTA ASENCIO, L’AVELLINO SFIORA IL COLPO A CHIAVARI: FINISCE 1-1

14 aprile 2018 0 Di Pellegrino Marciano

 

Finisce 1-1 la sfida al Comunale di Chiavari tra Virtus Entella ed Avellino in uno scontro diretto per la salvezza. Foscarini opta nuovamente per il 4-4-2 senza però schierare Gavazzi. La sorpresa è l’inserimento di Morero al centro con Migliorini e quindi lo spostamento di Ngawa a destra. Laverone sulla stessa fascia ma a centrocampo. Nell’Entella invece mini rivoluzione per Aglietti nel suo 3-5-2. Non c’è De Luca in attacco, al suo posto Aramu.

LA PARTITA- Gara equilibrata sin dagli inizi, con l’Avellino non brillantissimo ma che comunque ha il pallino del gioco in mano per gran parte della prima frazione di gara. Qualche potenziale occasione da rete ma nulla di più da parte degli irpini che vanno al tiro con Asencio (respinto da Iacobucci), mentre i padroni di casa si rendono pericolosi prima con un calcio di punizione di Aramu bloccato da Lezzerini e nel finale di tempo con Belli che protagonista di un’incursione in area da pochi metri calcia addosso a Lezzerini. Si va al riposo sullo 0-0.
Nella ripresa parte col botto l’Avellino che passa in vantaggio al 7′ grazie ad Asencio che stacca di testa in maniera splendida su cross di Molina a realizza il gol dell’1-0 per gli irpini. Avellino padrone del campo ed Entella che stenta a reagire. Foscarini inserisce Ardemagni e Gavazzi, mentre Aglietti si affida a De Luca e Gatto. I biancazzurri acquisiscono fiducia e trovano il pareggio al 32′. Proprio De Luca spizza di testa per l’accorrente Ceccarelli che sul secondo palo deve solo spingere in rete: 1-1. L’Entella cresce in maniera esponenziale e nel finale sfiora la rimonta in due occasioni. Prima con Crimi che dal centro dell’area colpisce al volo ma trova un super Lezzerini sulla sua strada, mentre poco dopo è Cremonesi a trovarsi da solo davanti alla porta ma a mandare alto. Finisce così, un pareggio che sta bene maggiormente agli irpini che raccolgono quattro punti in due partite con la gestione Foscarini.