NOI CONSUMATORI: «DENUNCEREMO I FURBETTI DEL VACCINO. SEGNALAZIONI ANCHE DA AVELLINO»

NOI CONSUMATORI: «DENUNCEREMO I FURBETTI DEL VACCINO. SEGNALAZIONI ANCHE DA AVELLINO»

4 Gennaio 2021 0 Di La redazione
Massima trasparenza su somministrazione vaccini. No a favoritismi e corsie preferenziali a scapito di chi rischia per tutelarci. E priorità per gli ammalati ad alto rischio. L’assocaizione Noi consumatori pronta a raccogliere e presentare denunce. «Segnalazioni – dichiara Pisani – anche da Avellino». La nota stampa che riceviamo e integralmente pubblichiamo

 
Mentre cresce il numero delle segnalazioni sugli ammalati ad alto rischio, che risultano tuttora esclusi da qualsiasi calendario vaccinale – pazienti oncologici, pazienti  psichiatrici bombardati dal terrorismo mediatico, barricati in casa da mesi ed a forte rischio suicidio  – giungono anche notizie  sui “furbetti della vaccinazione”, gente che potrebbe tranquillamente aspettare il suo turno e invece scavalca tutti, sottraendo dosi di vaccino a medici e infermieri di prima linea.
 
«Non discutiamo la condotta di De Luca a vaccinarsi pubblicamente se può servire a dare il buon esempio e rassicurare la popolazione – tuona il presidente di Noiconsumatori, avvocato Angelo Pisani –  ma la magistratura controlli il rispetto dei programmi ministeriali e  punisca ogni condotta illecita, non permettendo  a politicanti, amministrativi e amici  degli amici, di scavalcare  liste di attesa, e facendo  osservare il rispetto della programmazione prevista a tutela dei medici impegnati in corsia a salvare vite umane».

 

«È urgente avere un’informazione corretta sui vaccini da parte degli esponenti delle istituzioni che, al momento, non è  fatta in modo adeguato. All’estero sono i premier e i capi di Stato i primi a vaccinarsi, in Italia no, ma occorrono buoni esempi e non notizie dei soliti soggetti o amici degli amici che per vaccinarsi prima, presi dalla paura, scavalcano anche i medici».
«Chiediamo inoltre che venga fissato un calendario di priorità per coloro che sono affetti da altre gravi patologie e si trovano in imminente pericolo di vita, compresi i pazienti psichiatrici, secondo l’allarme che è stato già lanciato da molte associazioni di psicologi e psichiatri».
L’appello  arriva dall’avvocato Angelo Pisani, presidente di Noiconsumatori, uno dei team simbolo del contrasto alle contraddizioni e al marketing sul coronavirus sin dalla prima fase dell’epidemia.
Secondo le notizie raccolte dall’avvocato Pisani –  si legge nella nota stampa, ndr – a scavalcare qualche operatore sanitario sarebbero stati già dirigenti amministrativi e dipendenti, non solo a Napoli ma anche ad Avellino ed in altri presidi sanitari, dove invece si chiede massima trasparenza e rispetto per le liste degli aventi diritto alla somministrazione. 
L’avvocato Pisani a tutela della salute pubblica e del rispetto delle regole, ma soprattutto a salvaguardia dei medici che non possono correre rischi e vedersi scavalcati da qualche raccomandato di turno, si dice pronto a sollevare il caso e chiedere indagini e provvedimenti alla Procura della repubblica.
«Ho intenzione di raccogliere ogni segnalazione su eventuali scorrettezze o favoritismi e sorpassi illegittimi delle liste programmate dal governo e di scrivere un esposto alla procura della Repubblica per monitorare ed indagare sulle condotte illegittime nelle aziende ospedaliere». 
Chiaro e forte anche l’appello alle autorità sanitarie perché istituiscano turni urgenti di vaccinazione in favore di pazienti a rischio della vita.