NO…PERDITEMPO!

NO…PERDITEMPO!

29 Gennaio 2019 0 Di Norberto Vitale

Il prefetto Priolo sta per decidere le misure per fronteggiare il deficit del comune di Avellino.

Le indiscrezioni, ieri e ancora stamattina, confermano intanto la posizione del dirigente del settore finanze, Gianluigi Marotta, che propone il pre dissesto spalmato su 20 anni per fronteggiare i quasi 36 milioni accertati dall’allora commissario ad acta nominato dal prefetto, Mario Tommasino. Tra pochi giorni se non nelle prossime ore conosceremo la conclusione a cui approderà il commissario prefettizio. Quale essa sia, la aspettiamo con interesse. Da questa decisione, dovrebbe nascere un primo scatto della campagna elettorale in pratica già cominciata per il comune di Avellino. Il dissesto o il predissesto incideranno più o meno in egual misura su tasse locali e servizi a domanda individuale (Imu, Irpef, Tosap destinati a salire): questo dovrà necessariamente incrociare la consapevolezza delle liste e dei candidati a sindaco ma dovrebbe anche influenzare le alleanze. Su questi temi non possono esserci linee generiche o condivisioni fittizie: bisognerà parlar chiaro agli avellinesi. Dire cosa si pensa e pensare ciò che si dice: è questa la prima pregiudiziale responsabilità che chi si candida a sindaco e chi lo sostiene devono rendere in maniera trasparente alla città. Dunque, No Perditempo anche perchè nelle situazioni di difficoltà e di maggiore sofferenza si possono cogliere occasioni apparentemente inaspettate per un inizio nuovo. E’ già capitato, anche ad Avellino. La decisione del prefetto Priolo dovrebbe costituire un deterrente per tenere lontani da Piazza del Popolo, i perditempo. Auguriamocelo!