NEBULOSA PD: IL TEMPO  STRINGE, ERMINI NOMINA LA COMMISSIONE CONGRESSO

NEBULOSA PD: IL TEMPO STRINGE, ERMINI NOMINA LA COMMISSIONE CONGRESSO

21 Settembre 2017 0 Di Vincenzo Di Micco

Lunedì scadono i termini per il nuovo tesseramento, entro il 2 ottobre vanno depositate le candidature al Congresso provinciale. Ma sulla celebrazione aumentano i dubbi, a Napoli come in irpinia

Continua a gonfiarsi la nebulosa democratica irpina. A quattro giorni dalla chiusura dei termini del tesseramento 2017, le procedure on line restano sigillate e di apertura circoli non si ha notizia. Nella vicina galassia di Napoli montano richieste di rinvio congresso per mancati accordi. I patti De Luca – Casillo s’incrinano? Ieri, il Governatore scherzando ha chiesto a San Gennaro “più popolo e meno correnti”. Sarà stato un invito all’unità o un messaggio a stare buoni ? In entrambi i casi, avanza l’ipotesi commissariamento con stop al congresso partenopeo perchè molti circoli sono senza guida o commissariati e i tempi stringono. Il rischio di mancata celebrazione investe anche Avellino. Anche qui l’unità è un miraggio tra frizioni e mal di pancia. Lasciamo stare i buchi neri dei mancati incassi delle vecchie quote o le coliche di chi teme l’assalto al partito o le trame tra le costellazioni dem: il Pd che vuole rinnovare , aprire alla partecipazione e ai contenuti, per ora tiene le porte socchiuse. Tutti in attesa della nuova venuta di Ermini. Il Commissario per il congresso atterrerà domani in via Tagliamento, in una complicata realtà, quella locale, che sta imparando a conoscere nel tenativo di gestirla. Il punto è che il Deputato non arriva certo da un altro pianeta, neppure a Roma il quadro è chiaro nell’attesa di una legge elettorale che sancisca scelte strategiche: proporzionale o maggioritario,  partito autonomo o alleato con chi, capilista bloccati, quanti, come e dove.  Resta il fatto che:  «Houston», abbiamo un problema, a Napoli e in Irpinia. Qui per risolverlo Ermini azzarda una mossa da militante esperto, passionale e pragmatico quale egli è, la conferma in blocco della Commissione provinciale di garanzia; si tratta dello stesso organismo che Roma ha immolato sull’altare dell’ultimo rinvio, indicando la commissione incapace di far rispettare le date. Tenere tutti dentro per provare ad andare avanti, è la mission impossible che Ermini conduce. La novità o se volete la differenza rispetto all’ultima volta è che Ermini potrebbe affiancare un suo fedelissimo alla Commissione, dati pure i tempi contingenti.  A mezzanotte del 25 settembre si chiude il tesseramento e chi vuole candidarsi a segretario o all’assemblea degli 80 deve rinnovare l’adesione. Il 2 ottobre alle 20.00 si depositano le candidature alla carica di Segreterio provinciale. Ma di oggetti volanti non identificati nella nebulosa democratica, per ora, non si ha traccia. Paradossalmente, l’unico candidato plausibile appare Ermini. Ma questa è un’altra storia.