NAPOLI. QUEL DEGRADO RIFIUTI SOTTO PALAZZO SANTA LUCIA CHE INTERROGA

NAPOLI. QUEL DEGRADO RIFIUTI SOTTO PALAZZO SANTA LUCIA CHE INTERROGA

28 Agosto 2019 0 Di Vincenzo Di Micco

Mentre la conferenza dei servizi dava il via libera al piano, per far fronte allo stop del termovalorizzatore di Acerra e smaltire in balle la spazzatura prodotta in Campania per le prossime sei settimane, le immagini dei cassonetti collocati sotto Palazzo Santa Lucia non hanno certo restituito una “cartolina” edificante di Napoli. Spazzatura sparsa ovuqnue, cassonetti mezzi incendiati, odore nauseabondo.

L’interrogativo sorge spontaneo: riusciranno sindaci, amministratori locali e società che gestiscono il ciclo a scongiurare il peggio? Al di là delle polemiche e delle contrapposizioni poitiche, l’ovvio auspicio dei cittadini è che non si viva un’altra emergenza e che le immagini della Campania non facciano di nuovo il giro del mondo.

Se poi si riuscisse anche a togliere la munnezza dalle strade, oltre a far fronte ai piani straordinari, tanto di guadagnato, in soldi, salute e vivibilità.