MONTEMILETTO NON OSPITERÀ VACCINAZIONI NONOSTANTE GLI AMPI SPAZI ASL. IL RAMMARICO DEL SINDACO

MONTEMILETTO NON OSPITERÀ VACCINAZIONI NONOSTANTE GLI AMPI SPAZI ASL. IL RAMMARICO DEL SINDACO

6 Febbraio 2021 0 Di La redazione

I cittadini di Montemiletto dovranno recarsi altrove per sottoporsi alle vaccinazioni nonostante la presenza di un Distretto sanitario Asl. La decisione è maturata al termine dei confronti tra i sindaci dell’area e l’azienda sanitaria.

Il rammarico del Sindaco, Massimiliano Minichiello, viene manifestato e spiegato in una nota pubblicata su facebook dal primo cittadino: «In vista della seconda fase della campagna vaccinale, l’Asl non ha inteso accettare la disponibilità di effettuarla utilizzando l’immobile di proprietà comunale, in località Pietratonda, concesso in comodato gratuito per 12 anni; per una decisione che non si comprende, è stato preteso che, la sede da adibire, non fosse comune ai locali destinati al Presidio Sanitario territoriale, nonostante i numerosi e spaziosi locali a disposizione a cui il Comune avrebbe potuto aggiungere anche i locali disponibili siti al primo piano. A questo punto – sottolinea il Sindaco – Montemiletto non ha avuto più altre possibilità di ospitare il centro vaccinale, non avendo purtroppo altri immobili disponibili, a meno che non s’ipotizzi di chiudere la Sede comunale o uno degli edifici scolastici per metterli a disposizione dell’Asl».

Alle critiche locali il Sindaco risponde a chiare lettere: «Contrariamente alla pessima e fallimentare gestione ereditata, questo Comune non offre e non concede nulla a titolo gratuito, senza ricevere alcuna richiesta ufficiale e senza formalizzare atti di concessione in quanto non consentito né dal Regolamento comunale, né dal dissesto prodotto negli anni. Si confida nella collaborazione dei cittadini per l’importante fase da affrontare, prendendo atto che anche stavolta qualcuno ha sprecato solo l’ennesima occasione per rimanere in silenzio», conclude Minichiello.