MONTEMILETTO. IL SINDACO PROROGA LA CHIUSURA DELLE SCUOLE FINO AL 1° GIUGNO

MONTEMILETTO. IL SINDACO PROROGA LA CHIUSURA DELLE SCUOLE FINO AL 1° GIUGNO

21 Maggio 2021 0 Di Anna Guerriero
                                                                                                  ORDINANZA – SCUOLA
Sospensione attività didattiche in presenza fino al 01.06.2021
                                                                                                  IL SINDACO
Nella qualità di Ufficiale di Governo e di Autorità Comunale Sanitaria e di Pubblica Sicurezza;
Visti gli articoli 32, 117, comma 2, lettera q) e 118 della Costituzione;
Visto l’art. 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in materia di conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni e agli enti locali;
Visti i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri in ordine alle disposizioni delle misure per il contrasto ed il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19;
Viste le Ordinanze del Ministero della Salute e della Regione Campania riguardanti misure per il contrasto ed il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19;
Visto il D.L. n. 44 del 01.04.2021 che prevede la possibilità di deroga solo nei casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARSCoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica. I provvedimenti di deroga sono, altresì, motivatamente adottati, sentite le competenti autorità sanitarie e nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità;
Richiamate le precedenti Ordinanze Sindacali, prot. 2982 del 05.04.2021, prot. 3726 del 24.04.2021, prot. 3923 de 30.04.2021 e 4404 del 14.05.2021, con le quali per le motivazioni ivi più compiutamente esposte, da intendersi qui integralmente richiamate e trascritte, si è disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole presenti sul territorio comunale di ogni ordine e grado, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione da parte dell’Istituto Scolastico delle specifiche condizioni di contesto;
Considerato che costantemente lo scrivente verifica l’andamento dei contagi sul territorio comunale gravato nelle ultime settimane e soprattutto negli ultimi giorni da un numero crescente di casi positivi, circostanza acclarata dalle comunicazioni trasmesse dall’ASL e dalla piattaforma e/o portale ufficiale della Regione Campania in dotazione. A ciò si aggiunga il dato di nuovi tamponi positivi e di alcuni tamponi non ancora ufficializzati dall’ASL, in attesa di essere processati, riferiti a nuclei familiari con minori in età scolare nonché un numero consistente, negli ultimi giorni, di contatti stretti di casi confermati COVID, di cui alcuni contatti anche di età scolare individuati dalle procedure sanitarie di indagine epidimiologica in gestione dell’ASL;
Considerato che la campagna di vaccinazione è in corso che non ha ancora completato le operazioni di copertura totale attraverso la somministrazione della seconda dose di vaccino;
Considerato che attualmente sul territorio comunale, in questa settimana, vi è un incremento consistente di numero di cittadini positivi al COVID-19 ed un quadro epidemiologico tale da non consentire lo svolgimento delle attività didattiche in presenza, in assoluta sicurezza;
Considerato che, con nota prot. 4560 del 20.05.2021, lo scrivente, in virtù di quanto previsto dal D.L. n. 44 del 01.04.2021 ha richiesto al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale ASLAV di sapere, tenuto conto dei dati comunicati nelle ultime settimane e soprattutto negli ultimi giorni, sulla base dei dati disponibili, alla data odierna, conferma in ordine alla sussistenza delle condizioni di eccezionale e straordinaria necessità individuate dalla norma, al fine di sospendere le attività didattiche in presenza ed evitare il rischio, attualmente reale ed elevato, di diffusione del virus nella Comunità; la predetta richiesta all’ASL, ad oggi, non è stata ancora riscontrata;
Considerato che in occasione del ritorno delll’attività didattica in presenza, solo dopo pochi giorni, è stato adottato provvedimento di sospensione delle attività didattiche creando disagi agli alunni e alle famiglie, pregiudicando le finalità e l’efficacia della continuità didattica;
Sentiti alcuni componenti, Medici nominati nel C.O.C., al fine di condividere ogni perplessità e riflessione utile in ordine alla possibile ripresa delle attività didattiche in presenza nonché per fare il punto sulla situazione e intraprendere ogni eventuale iniziativa utile per contrastare e contenere la diffusione del virus COVID-19 sul nostro territorio;
Ravvisata la necessità di adottare ogni misura utile a contrastare l’avanzata dell’epidemia anche limitando l’attività didattica in presenza nelle scuole presenti sul territorio comunale, in deroga a quanto previsto, stante l’eccezionale e straordinaria necessita’ dovuta alla presenza di un rischio estremamente elevato di diffusione del virus o di sue varianti nella popolazione scolastica, oltre al rischio della relativa diffusione del virus nella Comunità come già avvenuto in precedenza;
Ritenuto opportuno e necessario procedere alla sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale, anche nelle more nonché in via precauzionale e preventiva della richiesta, non ancora riscontrata, formulata al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale ASLAV;
Visto l’art. 50 del D.lgs. n. 267/2000;
Visto lo Statuto e i Regolamenti;
                                                                                                         ORDINA
la sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale fino al 1° giugno 2021 incluso, salvo diverse disposizioni legate all’andamento del quadro epidemiologico locale.
Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.
Resta salva l’emanazione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione del contesto epidemiologico all’esito delle ulteriori valutazioni dell’organo sanitario competente e delle comunicazioni da parte dell’ASL.
Salvo quanto disposto nel presente provvedimento restano ferme tutte le misure già adottate nonché tutte le disposizioni e direttive emanate dalle competenti Autorità Statali per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
V