MICOVSCHI E’ BIANCOVERDE. L’ESTERNO TORNA AD AVELLINO A TITOLO DEFINITIVO

MICOVSCHI E’ BIANCOVERDE. L’ESTERNO TORNA AD AVELLINO A TITOLO DEFINITIVO

24 Agosto 2021 0 Di Pellegrino Marciano

Tanto tuonò finchè piovve. E’ durata parecchio la telenovela Claudiu Micovschi ma alla fine l’esterno rumeno classe 1999 torna all’Avellino e lo fa a titolo definitivo dal Genoa. Un pallino del direttore Salvatore Di Somma che è riuscito a riportarlo in Irpinia. Torna, quindi, in biancoverde il 21enne dopo due anni, da quando prima con Ignoffo e poi con Capuano era riuscito a mettersi in mostra in diversi ruoli. Prima da esterno di centrocampo e poi da seconda punta. 35 presenze, 5 gol e 6 assist. Nella passata stagione non è andata benissimo. Sei mesi a Genova senza giocare e sei mesi alla Reggina con poche presenze all’attivo, chiuso anche da calciatori importanti per la serie cadetta. Ora il tempo del riscatto, di nuovo in biancoverde. Arriva per restarci e Braglia potrà avere le sue frecce nel tridente offensivo.

Un vero jolly offensivo, come così Kanoutè, che potrà essere schierato proprio nel tridente, ma all’occorrenza anche come seconda punta o come quinto di centrocampo con compiti prettamente offensivi. Di sicuro Micovschi regala tante soluzioni al tecnico dell’Avellino, che avrà a disposizione quattro giorni per inculcare nella testa del calciatore i primi meccanismi. Dal punto di vista ambientale non ci saranno problemi, conoscendo già la piazza. Dunque, strada in discesa per un calciatore che dovrà rilanciarsi e dimostrare di essere ancora quello di due anni fa, se non di più.