MERCATO ILLEGALE, 200MILA CARTE DA GIOCO POKEMON SEQUESTRATE DALLA POLSTRADA DI AVELLINO. DUE 50ENNI NEI GUAI

15 dicembre 2016 0 Di Michela Attanasio

Un maxi sequestro di circa 200mila carte da gioco Pokemon è stato effettuato nel pomeriggio di ieri dagli agenti della Polizia Stradale di Avellino sull’Autostrada A16 Napoli Canosa, nel territorio comunale di Avellino.

Nei guai sono finiti due 50enni napoletani già noti alle forze dell’ordine per clonazione di carte di credito, fermati per un controllo verso la carreggiata Sud.

Nel vano bagagli gli agenti hanno rivenuto centinaia di carte da gioco raffiguranti i Pokemon.

L’auto sulla quale viaggiavano i due napoletani era priva di assicurazione, il conducente aveva anche la patente di guida scaduta da tempo. Di qui è scattato il sequestro della vettura e il ritiro della patente.

Da ulteriori controlli è emerso come le centinaia di migliaia di carte da gioco Pokemon erano in effetti tarocche. La merce che i due napoletani trasportavano infatti risultava essere importata da canali diversi da quelli ufficiali, ovvero provenivano dal’est asiatico ad un prezzo di acquisto notevolmente più basso rispetto a quello previsto sul mercato internazionale.

La merce, che immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 25mila euro, è stata perciò sequestrata e i due sono stati denunciati per l’illecita introduzione sul territorio italiano di prodotti contraffatti.

“Ancora più importante – sottolineano dalla Questura – è che il prodotto, destinato prevalentemente ai bambini in età scolare, sarà sottoposto ad accertamenti tecnici finalizzati alla verifica della componentistica dei materiali utilizzati per la fabbricazione, visto il pericolo di possibili elementi tossici presenti”.