MELITO IRPINO SHOCK: BAMBINO QUASI STRANGOLATO DA DUE COMPAGNI A SCUOLA

MELITO IRPINO SHOCK: BAMBINO QUASI STRANGOLATO DA DUE COMPAGNI A SCUOLA

5 Dicembre 2018 0 Di Monica De Benedetto

Finisce in ospedale e poi cambia scuola. Un bambino viene quasi strangolato da due compagni durante la ricreazione, la madre sporge denuncia. Grave episodio di bullismo nella scuola elementare di Melito Irpino.

Non si può semplificare e sminuire dicendo “è solo una bambinata”. Genitori, scuola e servizi sociali devono farsi carico di episodi gravi come quello accaduto alle elementari di Melito Irpino e mettere in campo azioni concrete contro il baby bullismo. Un bambino è finito in ospedale, quasi strozzato da due compagni di classe.

La vicenda è accaduta qualche settimana fa ma solo oggi è trapelata. Contrariamente a quel che si può pensare il bullismo tra bambini così piccoli, non si manifesta solo con le ingiurie e con i dispetti, (non che così sia meno grave) ma anche con impensabili forme di violenza. Tra l’altro sembra che i due ragazzini protagonisti dell’aggressione non siano nuovi a forme di prepotenza e prevaricazione.

L’episodio si sarebbe verificato nel bagno, al momento della ricreazione, i motivi esatti che hanno scatenato la violenza sulla vittima non si conoscono ma probabilmente non ce ne sono, se non quella cattiveria gratuita nei confronti di un bambino più timido ed introverso. In ogni caso, dalle parole offensive i due forse tre alunni sarebbero passata ai fatti arrivando a mettere le mani al collo al compagno e stringendo forte tanto da lasciarlo a terra sotto shock. Altri bambini a quel punto hanno chiamato aiuto, sono intervenuti insegnanti e collaboratori scolastici ed il piccolo è stato portato all’ospedale di Ariano, dove è stato curato e refertato.

Secondo la versione della madre di uno dei ragazzini ci sarebbe stato solo uno strattonamento e si è recata dall’altra mamma per scusarsi. Intanto a scuola si respira una brutta aria, sembra che un paio di bambini l’abbiano lasciata per trasferirsi in un altro istituto di un paese limitrofo. Situazioni come queste purtroppo mettono in discussione l’autostima, alimentano la paura e fanno passare la voglia di andare a scuola, quindi i genitori cercano di porre riparo come possono.

La dirigente dell’Istituto scolastico, Teresina Meninno, spiega che nel frattempo la scuola e l’antenna sociale stanno attuando una serie di iniziative e adesso la situazione è sotto controllo.

Guarda il servizio: