MAGGIORANZA ASSENTE ALL’APPELLO, IL CONSIGLIO SALTA…NEL CAOS

MAGGIORANZA ASSENTE ALL’APPELLO, IL CONSIGLIO SALTA…NEL CAOS

13 Marzo 2017 0 Di La redazione

Il caos si scatena alle 16.00 e una manciata di secondi.

L’orario ufficiale della seduta lo detta l’orologio collocato in alto nell’aula consiliare.

Per il vicepresidente del consiglio Pericolo ed il segretario generale Feola è tempo di appello.

L’opposizione c’è. La maggioranza sta per arrivare dopo un conclave servito a trovare la quadra dei numeri. Ma le operazioni sono rapidissime e il conto è presto fatto: seduta annullata per mancanza di numero legale.

E’ la seconda volta consecutiva che accade, la terza quando si parla di Area Vasta: Avellino rinuncia al ruolo di Capoluogo e rinvia ad altra data l’approvazione della convenzione (un’intesa tra 38 comuni che vale 100 milioni di euro d’ipotetici fondi per lo sviluppo).

Il punto all’ordine del giorno verrà discusso il 27 – così decide la conferenza dei capigruppo convocata ad horas – della serie nulla è ancora perduto, ma la faccia, quella sì, ancora una volta l’ha persa la maggioranza. Getta acqua sul fuoco e sgombwra il campo da tatticismi Giacobbe: “Eravamo sicuri dei numeri – eravamo pronti a discutere avendo trovato l’intesa – stranamente l’appello è stato convocato con una fretta mai vista prima d’oggi”.

Preziosi per l’opposizione parla di: “Ennesima mortificazione per la Città in assenza di sintesi, avevamo anche chiesto di rinviare di 5 minuti l’appello”.