REGIONALI. CIARAMBINO: “IL PATTO DE LUCA – DE MITA CONSEGNERÀ LA CAMPANIA AL CENTRODESTRA”

REGIONALI. CIARAMBINO: “IL PATTO DE LUCA – DE MITA CONSEGNERÀ LA CAMPANIA AL CENTRODESTRA”

15 Gennaio 2020 0 Di La redazione

“E’ esilarante ascoltare De Luca che invita a parlare di temi contro quella che lui stesso definisce “politica politicante”. Per cinque anni non abbiamo fatto altro che parlare di temi in Consiglio regionale, ma ogni nostra proposta è stata sistematicamente bocciata direttamente da De Luca e dalla sua maggioranza solo perché a firma M5S. L’uomo dei temi oggi se ne va in giro nelle chiuse stanze tra Nusco e gli hotel del Lungomare a stringere accordi con la vecchia Dc del 90enne De Mita e l’81enne Pomicino.”E’ quanto dichiara la capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“In buona sostanza – aggiunge -, le persone con le quali De Luca vorrebbe far confrontare chi rappresenta oggi la parte più sana di questa regione sono le facce peggiori della Prima Repubblica. Un patto inquietante che produrrà come unico risultato la vittoria del centrodestra. Ci chiediamo cosa ne pensano di questo scenario i tanti giovani attivisti del Pd e tutti gli esponenti delle diverse anime del centrosinistra, consapevoli che sostenere la linea di un uomo oramai al suo tramonto politico equivale a consegnare per i prossimi cinque anni la nostra terra nelle mani della Lega di Salvini e della famiglia degli imputati a vario titolo Luigi e Armando Cesaro. I veri nemici della Campania”.

“Quanto ancora dovremo aspettare per un rigurgito di orgoglio dalle fila del centrosinistra? Quanto ancora bisogna attendere perché ci si depuri dalle scorie del sistema De Luca e di quei vecchi dinosauri che vorrebbe resuscitare, per creare un fronte compatto contro l’avanzata della peggiore destra che la nostra storia democratica ricordi? La Campania ha bisogno di un serio progetto di crescita. E di vere politiche ambientaliste, meritocratiche, di crescita sociale e occupazionale e di sviluppo industriale, per contrastare gli inceneritoristi, i cementificatori e gli avvelenatori della nostra terra che si celano nelle fila di un centrodestra che non aspetta altro che mettere le mani sulla nostra terra”.