L’OSSERVATORIO RIFIUTI RICORDA LA FIGURA DI GIANDONATO GIORDANO, DE LUCA: “POLITICO PROBO E LABORIOSO”

L’OSSERVATORIO RIFIUTI RICORDA LA FIGURA DI GIANDONATO GIORDANO, DE LUCA: “POLITICO PROBO E LABORIOSO”

18 Novembre 2019 0 Di La redazione

Il Presidente dell’Osservatorio Regionale sulla Gestione Rifiuti in Campania, Enzo De Luca, e il Vicepresidente della Giunta Regionale, Fulvio Bonavitacola, hanno consegnato alla vedova e ai figli del compianto Giandonato Giordano una targa in memoria del funzionario, scomparso prematuramente lo scorso 9 aprile a Sant’Angelo dei Lombardi, dove era ricoverato presso il presidio ospedaliero dell’Asl di Avellino.

«Probo e laborioso funzionario della pubblica amministrazione, scrittore e giornalista, politico e amministratore, esempio di onestà e indipendenza», lo ricordano le istituzioni regionali, «per aver onorato con le sue specchiate qualità morali e intellettuali la sua terra. La targa è stata consegnata in una gremita Sala Armieri questa mattina, affollata anche da docenti e studenti in rappresentanza delle 15 scuole di ogni ordine e grado premiate per il concorso bandito nel 2018.

Con il sen. Enzo De Luca e l’on. Fulvio Bonavitacola, hanno partecipato: l’Assessore all’Istruzione, Lucia Fortini; il Direttore Ufficio Scolastico Regionale Campania, Luisa Franzese. Ha moderaro i lavori l’ingegnere Tiziana Capolupo, Funzionario dell’Arpa Campania – Dipartimento Avellino.

Il Presidente dell’ORGR ha introdotto i lavori con una relazione ampia e articolata sulle attività svolte dall’Osservatorio Rifiuti, riorganizzato sotto la sua presidenza dal 2016 come braccio operativo dell’Assessorato all’Ambiente. Non più un semplice ufficio deputato all’aggiornamento dei dati inerenti la raccolta differenziata, ma anche uno strumento di dialogo e raccordo tra Giunta e territori, tra il Governo regionale e la società civile della Campania.

«Tra i compiti principali dell’ORGR c’è la diffusione di una cultura del riuso e del riciclo, fondamento del ciclo integrato ambientale, così come è stato ridisegnato dalla Legge 14/16», ha affermato, tra l’altro, il Presidente De Luca. «Contribuire alla educazione ambientale delle nuove generazioni, ma anche stimolare le autonomie locali ad agire con la massima responsabilità per la sostenibilità della gestione ambientale, costituiscono il cuore della missione di un Osservatorio che in questi tre anni ha fatto molto». Il Presidente dell’ORGR ha ricordato l’unificazione ormai realtà del calcolo della raccolta differenziata, che permette oggi di rendere misurabile la performance di ogni singolo impianto, di controllare con certezza ogni specifico passaggio della filiera ambientale. «Si tratta di un cambiamento strutturale previsto dalla riforma regionale, sufficiente a rendere trasparente il ciclo integrato sul piano locale e generale, con l’obiettivo di contrastare ogni tentativo di infiltrazione malavitosa nella gestione dei rifiuti».

In questo senso, ha sottolineato la novità del nuovo Osservatorio, che in particolare nelle scuole ha rivolto la sua attenzione con un concorso che si rinnova anche nell’attuale anno scolastico, per estendersi ad occasioni di approfondimento nei diversi istituti della Campania. Il Presidente Enzo De Luca ha ringraziato studenti e docenti per la significativa partecipazione alla prima edizione, informando che scadono il 15 gennaio i termini per la partecipazione al Bando 2020.

Nel suo intervento conclusivo, il Presidente della Giunta Regionale, Fulvio Bonavitacola, ha ringraziato il Presidente dell’ORGR per quanto realizzato in questi anni, dal nuovo sistema di calcolo della raccolta differenziata con il Sistema O.R.So. al bando scolastico, confermando la funzione del nuovo Osservatorio nella riforma del ciclo integrato dei rifiuti in Campania dettata dalla legge 14.2016.

La manifestazione si è conclusa con la premiazione e la consegna degli attestati di partecipazione. Gli studenti, accompagnati da docenti e direttori didattici hanno illustrato i progetti presentati e risultati vincitori. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Teggiano, con i loro grembiulini blu e fiocco rosso hanno rappresentato una nota di colore e di speranza per un mondo migliore. Hanno partecipato alla premiazione il Commissario di Arpa Campania, Stefano Sorvino; il responsabile ARPAC per il Catasto Rifiuti e referente Sistema ORSo, Alberto Grosso; La Dirigente responsabile aree protette Regione Campania, Rosa Caterina Marmo; il Direttore Generale Ciclo Integrato delle Acque e dei Rifiuti, Anna Martinoli.