AVELLINO. LE ULTIME COMUNICAZIONI DEL SINDACO SU BUONI SPESA, TEST RAPIDI E CONTAGI

AVELLINO. LE ULTIME COMUNICAZIONI DEL SINDACO SU BUONI SPESA, TEST RAPIDI E CONTAGI

6 Aprile 2020 0 Di La redazione

Ad Avellino le richieste di buoni spesa da parte delle famiglie sono state circa 1.200, graduatoria attesa per domani, il sindaco promette di stanare furbetti con rigore e trasparenza. Il dato dei contagiati che smentisce l’Asl. Non 22 ma 26 le persone risultate positive nel Capoluogo irpino e 140 le persone in quarantena “lo so perchè i provvedimenti li firmo io” dichiara Festa. Sui test rapidi pronta a partire un App per lo screening di massa. “Obiettivo mille test entro domenica”.

 

Alcuni passaggi della comunicazione via social network del Sindaco di Avellino

Buoni spesa

«Alle 14 si è chiusa la procedura per la valutazione delle pratiche. Saremo qui fino a che non avremo ottenuto il dato ufficiale degli aventi diritto” spiega Festa. Hanno risposto circa 1248 famiglie al bando sul buono spesa. “48 non residenti che non potranno avere diritto. Rispetto alle 1.200 per domani voglio l’elenco ufficiale degli aventi diritto. E quelli che ne avranno diritto riceveranno il Pin. I furbetti delle dichiarazioni false li andremo a verificare e stanare”. Sulla distribuzione, il sindaco ammonisce: “Se qualcuno pensava di poter avere la quota parte da gestire sbagliava, è cambiato il registro in questa Città. Rigore e rispetto delle regole”. Priorità a chi non usufruisce già di contributi pubblici dallo Stato e alla composizione del numero familiare, o alla presenza di minori e diversamente abili.

 

Test rapidi

«Non sono i tamponi. Ma in questa fase aiutano nella ricerca epidemiologica. Non abbiamo voluto aspettare le scelte degli altri. Staneremo positivi asintomatici che nel cui non andassimo ad evidenziarli camminerebbero per strada. Chi può immaginare che possiamo resistere ancora settimana in casa? Analizzo un dato oggettivo: in questa provincia abbiamo un morto ogni dieci contagiati. Se l’alternativa deve essere stare a guardare , non ci riesco, faccio di tutto, qualsiasi cosa, non ci sono impedimenti o spese che tengano. Quando abbiamo scelto questa strategia eravamo soli. La scelta si sta dimostrando efficace. Partiamo dagli operatori sanitari abbiamo detto. Ad oggi effettuati 180 test. Stiamo completando i dipendenti delle Rsa Avellinesi poichè altrove hanno rappresentato dei focolai. Questa azione tutela tutta la comunità, sia le persone ospitate che gli operatori stessi. Proseguiremo anche con le cliniche private. E poi ci rivolgeremo ai casi sospetti di pazienti. L’obiettivo da qui a domenica è effettuare mille test. Avremo test anche sulla Municipale. Mi hanno chiesto di effettuare i test rapidi anche ai dipendenti dei supermercati, ritengo sia importante, la valuteremo con l’ordine dei medici, credo sia una buona azione nell’interesse collettivo. A Campo Genova, dopo aver completato le priorità, cominceremo a ricevere le segnalazioni dei medici di base per stanare il virus tra coloro i quali hanno sintomi».

 

L’App

“Fornita gratuitamente alla comunità da Analist Group. Nella sezione Istanteat c’è Istant Covid, l’App che ci consentirà lo screening di massa”. Il sindaco ne ha illustrato alcune funzionalità.

 

Voucher alimentari

“Siamo partiti con la distribuzione. Alcune richieste necessitano di una verifica degli assistenti sociali. Dinanzi alla disperazione di alcune famiglie non voglio immaginare che ci siano furbetti che vogliono lucrare su queste disgrazie. Devono sapere che se ne pesco uno sarò intransigente. Parliamo di cibo, fame e dignità sarebbe inammissibile la presenza di furbetti. Saremo intransigenti. Questi sono soldi del piano di zona, interventi nostri partiti prima ancora dei buoni spesa del Governo”

 

Sanificazione

Ci stiamo attrezzando con l’Acs per arrivare anche dove non siamo arrivati finora con Irpiniambiente.

 

Le mascherine

Ci sono speculazioni, ritardi nelle consegne. E non tutti i prodotti sono a norma e certificati. Voglio garantire una mascherina per ogni abitante. Ho dato mandato ai dirigenti per l’acquisto di 55 mila mascherine in tempi rapidi. Anche sui gel vogliamo fare la nostra parte.

 

I casi positivi e in quarantena ad Avellino

“Ho atteso qualche giorno, ma non avrei dovuto farlo io. Ad oggi abbiamo 26 casi positivi e circa 140 persone in quarantena, alcune da qualche giorno hanno terminato il periodo di quarantena però nel frattempo se ne aggiungano altre. Soprattutto per evitare il contagio nelle famiglie. Dovete stare tranquilli e fare un altro sacrificio. So che verrà la voglia di uscire e di provarci. No. Manteniamo la calma. Facciamo un regalo a Pasqua: ognuno di noi regala a tutta la comunità il proprio sacrificio di rimanere a casa. Più passa il tempo e più diventa oneroso, lo so, però doniamo questo nostro impedimento e godiamoci un po’ di più le famiglie.  Se c’è un aspetto positivo, l’unico di questa vicenda, è che si è recuperato un dialogo nelle famiglie”.

 

Pubblicato da Gianluca Festa su Lunedì 6 aprile 2020