LIVE DA ROMA PER IL PROCESSO CALCIOSCOMMESSE

LIVE DA ROMA PER IL PROCESSO CALCIOSCOMMESSE

7 Aprile 2017 0 Di Domenico Zappella

ORE 14,15: Inizia il processo bis per il calcioscommesse.

ORE 14,17: L’Avvocato Chiacchio prende subito la parola per confermare l’eccezione procedurale sulla perentorietà dei termini.

ORE 14,20: Prende la parola l’avvocato di Raffaele Biancolino, dello studio Chiacchio, e riferisce: “Il mio assistito non c’entra nulla. Il suo comportamento è senza censura. Riteniamo che venga prosciolto”.

ORE 14,23: Prende la parola l’avvocato di Luigi Castaldo, dello studio Chiacchio, e ribadisce la totale estraneità dell’attaccante biancoverde. “Anche sei mesi di squalifica avrebbero conseguenze estremamente gravi”.

ORE 14,25: Izzo fa delle dichiarazioni spontanee: “Come è possibile che faccia degli accordi con un assassino del genere. Poi io non ho giocato quelle gare. Grazie”.

ORE 14,26: L’avvocato De Rensis che difende Izzo spiega l’estraneità dai fatti del suo assistito.

ORE 14,30: La Procura chiede dettagli ad Armando Izzo sul perché non avesse giocato quelle gare.

ORE 14,32: L’Avvocato Dario Vannetiello che difende Francesco Millesi punta sul flusso delle scommesse. 44 mila euro e non 400mila euro su Avellino-Modena e 99mila su Avellino-Reggina: questo emerge dai dati. “Non solo non ha giocato Izzo, ma anche Millesi. Chiedo il proscioglimento per tutti”.

ORE 14,39: L’accusa precisa: “I flussi non riguardano scommesse gestite solo dai Monopoli di Stato, ma su altri mercati su siti orientali dove avvengono le puntate”.

ORE 14,40: Prende la parola la difesa di Peccarisi. “Vi invito a prendere visione dei filmati. Nessun contatto tra Millesi, Pini e Peccarisi”.

ORE 14,42: Non c’è la difesa di Pini. La Procura conferma la richiesta.

ORE 14,45: Prende la parola FABIO PISACANE: “Sono qui per i miei figli”. Struggente la sua dichiarazione che ritorna al passato parlando dei suoi affetti personali e della rinuncia ad un tentativo di combine che lo ha portato ad essere premiato dalla Fifa.

ORE 14,48: Prende la parola il presidente dell’Us Avellino WALTER TACCONE: “Sono arrabbiato e mortificato di essere stato chiamato in causa in un procedimento sportivo di grande gravità. Non riesco a capire da dove è uscito il mio nome. Ho una onorabilità professionale ed anche sportiva. Sono sconcertato e non credo di meritare questo così come l’Avellino, la squadra che ho l’onore di rappresentare”.

ORE 14,52: Parla l’avvocato Chiacchio che difende il club US AVELLINO.

ORE 14,54: LA PROCURA CONFERMA LE PRECEDENTI RICHIESTE PER TUTTI.

ore 14,56: Botta e risposta Procura-Difesa sulle norme federali circa la perentorietà dei termini per i quali l’avvocato Chiacchio ha presentato l’eccezione.

ORE 14,59: TERMINA IL PROCESSO