LIONI-GROTTAMINARDA, L’ASSOCIAZIONE COSTRUTTORI TEME PESANTI CONTRACCOLPI E AL GOVERNO DICE: «FAR RIPARTIRE SUBITO L’OPERA»

LIONI-GROTTAMINARDA, L’ASSOCIAZIONE COSTRUTTORI TEME PESANTI CONTRACCOLPI E AL GOVERNO DICE: «FAR RIPARTIRE SUBITO L’OPERA»

13 Febbraio 2019 0 Di La redazione

Il Presidente ANCE Avellino Michele Di Giacomo ha partecipato al Consiglio straordinario monotematico convocato ad Ariano Irpino sul caso dello stop ai lavori della Lioni – Grotta. “Una presenza che testimonia la volontà di supportare le imprese edili e i lavoratori coinvolti e per sostenere la necessità e l’urgenza di procedere allo sblocco della Strada a scorrimento veloce”, dichiara Di Giacomo.

I cantieri sono fermi allo scorso 31 dicembre per la mancata conferma del commissario straordinario che ha determinato la mancanza di una stazione appaltante, di una guida e di una gestione finanziaria – si legge in una nota dell’Ance che prosegue – la Lioni Grottaminarda costituisce il completamento del collegamento tra la A16 Napoli-Bari e la A3 Salerno-Reggio Calabria e il completamento dell’itinerario Contursi (A3)-Grottaminarda (A16).

“La portata strategica dell’opera risulta evidente. Ance Avellino – afferma il Presidente Di Giacomo –condivide la posizione del Presidente di Confindustria Avellino, Giuseppe Bruno, quando afferma che questa infrastruttura è assolutamente necessaria per disegnare un orizzonte di sviluppo in Irpinia. Questo blocco interviene in un’opera realizzata già in gran parte – sostiene il Presidente – occorre ripartire subito perché sta causando gravi difficoltà alle imprese, ai subappaltatori e ai tantissimi addetti (circa 400) che sono fermi ormai già da un mese e mezzo. L’opera è necessaria e occorre immediatamente la proroga del Commissario straordinario, unico strumento per non rallentare ulteriormente gli interventi previsti. Ho ritenuto necessario partecipare al Consiglio di questa sera e Mi auguro, a nome di tutte le imprese del comparto edilizio che il documento redatto sia velocemente valutato e utilizzato per la rapida ripresa delle lavorazioni”- conclude il Presidente ANCE Avellino.