L’INGRATA DICERIA! POST SCRIPTUM 17 LUGLIO 2019

L’INGRATA DICERIA! POST SCRIPTUM 17 LUGLIO 2019

17 Luglio 2019 0 Di Norberto Vitale

Per alcuni la campagna elettorale non è finita ovvero deve continuare. In particolare lo ha dimostrato il consigliere Nicola Giordano quando ha contestato la autorevolezza di Maggio a ricoprire il ruolo di garante del Consiglio Comunale. In forza di un argomento. A proposito delle nomine dei nuovi direttori generali di Asl e Azienda Ospedaliera, Maggio, che è un medico ospedaliero, nei giorni scorsi aveva osservato che queste nomine devono essere funzionali al progetto politico di chi le fa. Per Giordano sarebbe questa una posizione chiaramente eversiva: De Luca deve nominare chi garantisce fedeltà alla sua linea. Non è proprio così, ma anche se fosse queste nomine sono esattamente funzionali alle politiche sanitarie che il decisore politico, che è al tempo stesso il responsabile della istituzione che fa le nomine, intende adottare e mettere in campo. Non a caso i direttori generali si muovono sulla base di piani sanitari e piani ospedalieri, decisi da chi li nomina, a cui devono dare attuazione e rendere conto. Se non li condividono, possono benissimo passare la mano. Sulle argomentazioni di Giordano nel dopo consiglio è stato sfiorato lo scontro fisico, in questo caso tra Giordano e lo stesso Maggio. Dato che la materia del contendere è questa appena detta e non altra, è evidente che per il consigliere Giordano la campagna elettorale non è finita. Legittimo, ma se deve continuare ci aspettiamo argomentazioni un attimo più congrue. Tra l’altro vedere assurgere a difensori della sanità pubblica da sottrarre ai diktat della politica, chi viene da una lunga appartenenza a partiti che diciamo pure una ingrata diceria ha consegnato alle cronache come i pirana della sanità pubblica, un qualche minimo sorriso finisce per provocarlo.