LE PROTESTE PER IL RIGORE NON CONCESSO A CASTALDO COSTANO 2MILA EURO ALL’AVELLINO

20 marzo 2018 0 Di Leonardo D'Avenia

Il giudice sportivo di Serie B ha appena emesso le decisioni dopo l’ultimo turno di campionato, ovvero la trentunesima giornata. Duemila euro di multa all’Avellino a titolo di responsabilità oggettiva, per avere un proprio collaboratore, al termine della gara, nel campo, rivolto al Direttore di gara espressioni ingiuriose. Ammenda di cinquemila euro al Foggia per accensione di bengala e fumogeni. Mille alla Cremonese per aver lanciato un fumogeno nel rettangolo di gioco.