Home / Attualità / “TRA LE PRIORITA’ DELLA PROVINCIA C’E’ L’AMBIENTE. PARLANO I FATTI”.

“TRA LE PRIORITA’ DELLA PROVINCIA C’E’ L’AMBIENTE. PARLANO I FATTI”.

MOSCHELLA

Sono fortemente convinto che il grado di civiltà di una comunità si misura anche dal rispetto e dalla consapevolezza che questa ha per l’ambiente. Le prime questioni ambientali risalgono già alla fine dell’ottocento, quando un filosofo statunitense dichiarò: “ a cosa serve avere una casa se non si ha un ambiente decente dove metterla”, per poi divenire attuale nella enciclica “Laudato Sì” del Santo Padre, il quale fa appello ad una vera e propria “conversione ecologica”, una conversione interiore,  rammentandoci che “ i deserti esteriori si moltiplicano nel mondo,  perché i deserti interiori sono diventati così ampi”.

I cittadini di Pianodardine, sabato hanno espresso una chiara ed ineludibile verità, sono stanchi e si sentono abbandonati dalla politica di ieri e di oggi ma chi è classe dirigente ha l’obbligo di non lasciarsi travolgere da conflitti e passioni creando allarmismi ingiustificati e soprattutto di non discostarsi dalla verità dei fatti, chi lo fa se ne assume tutta la responsabilità.

Ben vengano le manifestazioni, i comitati e le associazioni che contribuiscono a tenere alta l’attenzione sulla questione ambientale della valle del Sabato, così come deve essere accolta positivamente la nascita di una nuova etica ambientale in una cornice dove ognuno deve fare la propria parte per la tutela dell’ambiente, a tutti i livelli, cittadini compresi.

La politica non può ridursi al semplice esercizio di retorica, ma deve concretizzarsi in misure, provvedimenti, in responsabilità  e mentre i numerosi fatti di cronaca sull’inquinamento evidenziano un ritardo notevole proprio in tema di tutela ambientale,  questa Amministrazione Provinciale, ha posto una certa attenzione alla salvaguardia dell’ambiente impegnando:

-circa 1 milione di Euro per l’acquisto di centraline di monitoraggio della qualità dell’acqua e la sua portata che saranno installate a Lapio, Montella, Solofra, Atripalda, Manocalzati, Melito Irpino, Montecalvo Irpino e a Prata Principato Ultra, (tali centraline provvederanno a monitorare i seguenti parametri:  Piombo, Cadmio, Nichel, Mercurio, Cloro libero o disciolto, COD).

-5 milioni di Euro per l’intervento di sistemazione idraulica del tratto urbano del Fiume Sabato;

-2,5 milioni di Euro destinati all’assistenza dei Comuni che potranno essere utilizzati per prevenzione incendi, bonifica di amianto, pianificazione urbanistica o anagrafe di edilizia scolastica;

– 1,5 milioni di Euro per gli interventi di sistemazione idraulica dei fiumi Ufita, Calore e Sabato;

– 400 mila Euro per gli interventi di sistemazione idraulica dei fiumi per l’anno 2016.

C’è bisogno di continuare su questa direzione e pertanto potenziare il registro dei tumori, insistere sull’accertamento e la repressione di quei comportamenti che violano il codice dell’ambiente , investire nell’acquisto di cabine di monitoraggio della qualità dell’aria nella Valle del Sabato e accelerare sulla rimozione delle ecoballe  che insistono a Pianodardine dall’emergenza rifiuti del 2007.

Circa Michela Attanasio

Michela Attanasio

Vedi Anche

CHIUSO CENTRO MIGRANTI A MONTEFORTE, IL PREFETTO: “TROVATA LA SOLUZIONE”

CURE CONTRO IL CANCRO UN ALLEATO IN PIU’ AL “MOSCATI” ATTIVATO IL SECONDO ACCELERATORE

Novità nella battaglia di Telenostra e Prima Tivvù per l’attivazione del secondo acceleratore per la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *