Home / News / LE IDI DI…NOVEMBRE

LE IDI DI…NOVEMBRE

Siringa martedì 17 novembre 2015

Erano le idi di marzo. “Tu quoque, Brute, fili mi!”, disse Giulio Cesare riconoscendo tra i congiurati che lo trafissero con 23 pugnalate Marco Giunio Bruto, la persona ch’egli amava come e più d’un figlio. Si è saputo che venerdì scorso, giorno 13 – dunque alle idi di novembre – a parti inverse padre-figlio, l’ex senatore Enzo De Luca, per salvarsi le pacche, ha deciso di pugnalare il suo delfino, segretario provinciale del Pd, Carmine De Blasio. Il quale, profittando che De Luca non è un raffinato latinista, glielo ha detto un po’ in antica lingua romana e un po’ in vernacolo napoletano: “Tu quoque, Enze, …Omme ‘e me…..!”.

Circa La redazione

La redazione

Vedi Anche

I LUPI E MOROSINI FANNO I CONTI COI FANTASMI, ATTACCO INVISIBILE NELLE ULTIME CINQUE PARTITE

Non è uno dei momenti migliori dell’Avellino, questo è fuori dubbio, ma il pareggio di ...

UN 2017 DA CHIUDERE COI BOTTI, LE ULTIME TRE GARE SONO ALLA PORTATA DELL’AVELLINO

Ascoli, Spezia e Ternana la diranno lunga sul 2017 dei lupi che puntano a chiudere ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *