L’AVVISO DELLA PROTEZIONE CIVILE: TEMPORALI E TEMPERATURE IN PICCHIATA

9 settembre 2017 0 Di La redazione

L’intensa perturbazione atlantica che ha raggiunto le regioni settentrionali estenderà, da domani, le condizioni di maltempo al centro e gradualmente anche al sud. Oggi le piogge risulteranno più frequenti e intense su Liguria e settori settentrionali di Piemonte e Lombardia, mentre domani coinvolgeranno maggiormente il Triveneto, la Sardegna e il medio versante tirrenico. La fase di maltempo è inoltre caratterizzata da un rinforzo dei venti e da un generale calo delle temperature. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulle Province Autonome di Trento e Bolzano. Dalle prime ore di domani, domenica 10 settembre, si prevedono inoltre precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Toscana e Sardegna, in estensione a Lazio, Umbria e Campania, nonché su Abruzzo e Molise, specie nelle zone interne e montuose. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. L’avviso prevede inoltre, dal mattino di domani, 10 settembre, venti forti, con raffiche di burrasca, dai quadranti meridionali su Sicilia, Campania e Lazio in estensione a Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta rossa per rischio idrogeologico dal pomeriggio odierno e fino a domattina sui settori centrali della Liguria. L’allerta arancione è stata indicata, invece, per la giornata di oggi sui settori nord-orientali della Lombardia, su buona parte del Veneto e sui restanti settori liguri; per domani interesserà inoltre Toscana, Umbria, Lazio, Campania settentrionale, settori interni dell’Abruzzo e del Molise. Nella giornata di domani, inoltre, allerta gialla su gran parte del Paese, isole incluse.