Home / Sport / Calcio Avellino / L’AVELLINO PERDE 3-1 A VERONA MA ESCE A TESTA ALTISSIMA DALLA COPPA ITALIA

L’AVELLINO PERDE 3-1 A VERONA MA ESCE A TESTA ALTISSIMA DALLA COPPA ITALIA

L’Avellino esce a testa altissima dalla Coppa Italia arrendendosi al Verona per 3-1. Una sconfitta bugiarda ed immeritata per i lupi di Novellino che non accusano affatto la differenza di categoria per tutta la gara. E’ proprio il grande ex di turno, Daniele Verde, il match winner per il Verona grazie ad una doppietta nel primo tempo. Soli 5′ di black out per gli irpini pagati però a caro prezzo. Anzi, specie nei primi 30′ del primo tempo l’Avellino è apparsa squadra compatta e in grado di pungere sulle ripartenze. Peccato però che gli irpini non siano riusciti a far gol dopo le ottime progressioni di Bidaoui che al 5′ ha sfiorato il gol dello 0-1 dopo una serpentina in area che ha costretto Nicolas agli straordinari. Poi una botta da 30 metri di Di Tacchio di poco alta, e al 15′ nuovo numero di Bidaoui in area, assist per Castaldo e tiro rimpallato da pochi pass. Al 34′ la gara si sblocca con Verde che entra in area e di sinistro trafigge Radu, non perfetto nella circostanza. Passano 4′ e il Verona raddoppia: sul corner a favore dei lupi, il Verona si fionda in contropiede con Cerci che libera Verde, un gioco da ragazzi siglare il 2-0. Nella ripresa subito in campo Ardemagni al posto di Moretti. Passano appena 3′ e i lupi riaprono il match. Su un retropassaggio, Caceres sbaglia l’intervento, Castaldo è lesto a rubare palla e ad infilare Nicolas. 2-1 e giochi aperti. I lupi ci credono e al 57′ sfiorano il pareggio: sul cross di Laverone, Castaldo irrompe di testa con Nicolas miracoloso nella respinta con un colpo di reni. L’Avellino domina nella ripresa, Novellino inserisce anche Asencio al posto di Bidaoui. Pecchia invece è preoccupato e toglie prima Cerci e poi Pazzini. I lupi si fiondano a più riprese in avanti e all’84’ vanno vicinissimi al gol. Nicolas sbaglia il rinvio, Asencio recupera e a porta vuota indirizza a rete, ma Caceres con una prodezza salva in scivolata sulla linea. Quanta sfortuna per i lupi. Il Verona sembra alle corde ma all’87’ chiude definitivamente i giochi: sugli sviluppi di un corner, Zuculini di testa trafigge Radu nell’angolino basso.
Solo applausi per l’Avellino dagli oltre 100 indomiti tifosi giunti a Verona. La Coppa Italia va in archivio, ora solo testa al campionato con il debutto in casa col Brescia. Prima, però, sabato amichevole in Irpinia contro il Frosinone.

Circa Domenico Zappella

Domenico Zappella

Vedi Anche

A 85 ANNI ROSINA È LA NONNINA ULTRÀ DELL’AVELLINO

Abbiamo intervistato una simpatica nonnina super tifosa dei lupi che ha anche bacchettato affettuosamente bomber ...

L’AGENTE MINIERI: “CONTENTO PER LEZZERINI, MARCHIZZA DIMOSTRERA’ QUANTO VALE”

Michelangelo Minieri, agente di Marchizza e Lezzerini fa il punto sui suoi assistiti in esclusiva ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *