L’AVELLINO ACCIUFFA IL PARI A CATANIA CON IL CUORE. ORA LA PAGANESE

L’AVELLINO ACCIUFFA IL PARI A CATANIA CON IL CUORE. ORA LA PAGANESE

21 Ottobre 2021 0 Di Pellegrino Marciano

Un altro pareggio per l’avellino che lotta sul campo del Catania fino alla fine ma non riesce a sfatare il tabù Massimino. Una gara che non si era messa benissimo sin dall’inizio, quando al 10′ Forte lascia lì una conclusione di Zanchi e il giovane Moro insacca a porta praticamente vuota. Il 3-4-3 degli irpini funziona a tratti, Kanoute si accende a intermittenza, Di Gaudio si vede pochissimo, ma il pareggio arriva grazie ad una bella girata di Plescia su punizione di Aloi. Da qui ripartono le speranze di vittoria dei quasi 100 tifosi avellinesi giunti in Sicilia, ma nel secondo tempo il Catania con Claiton trova la forza di passare nuovamente in vantaggio. Braglia allora schiera un Avellino super offensivo con tutti gli attaccanti che ha a disposizione. I lupi diventano maggiormente pericolosi senza però creare grandi occasioni. Kanoute e Calapai litigano e vengono espulsi. Al minuto 87 angolo di Tito e grande stacco di Silvestri che fa 2-2 ed evita la sconfitta. Finisce così, con un altro pareggio per i lupi che domenica affrontano la Paganese e si ritrovano a -11 dal Bari e a -7 dal Catanzaro, ma Braglia si è detto soddisfatto di quello che ha visto.