L’AUTO SENZA PILOTA: 18 COMUNI IRPINI CANDIDATI ALLA SPERIMENTAZIONE

L’AUTO SENZA PILOTA: 18 COMUNI IRPINI CANDIDATI ALLA SPERIMENTAZIONE

12 Febbraio 2019 0 Di La redazione

Ufficializzato l’elenco dei comuni ritenuti idonei alla sperimentazione lungo le loro strade del progetto pioneristico dell’auto senza pilota. Dal novero dei 25 piccoli paesi selezionati arriverà la scelta finale. Il progetto, che prevede l’utilizzo di tecnologie di frontiera, potrebbe tornare utile in termini di prestigio, sviluppo ma anche alla sistemazione di strade groviera…

 

Una sfida col futuro. Un progetto pronto ad essere finanziato in maniera cospicua dall’Europa, per il tramite della Regione , con ben 50 milioni di euro. Ai test già lavorano nel mondo diverse aziende, una mission da film di fantascienza: testare su strada l’auto del futuro, vale a dire senza pilota.

Serviranno tecnologie all’avanguardia. Luminari di logistica e robotica. Ma soprattutto sarà un Comune che ricade nelle aree interne a beneficiare di un centro di sperimentazione e laboratori pronti ad accogliere cervelli che non saranno costretti alla fuga. Il progetto è ancora in fase embrionale. E tuttavia sul Bollettino ufficiale della Regione Campania è stato pubblicato l’elenco dei comuni che si sono candidati ad ospitare la sperimentazione lungo le loro strade e che sono stati ritenuti idonei. Il bando prevedeva allo scopo un’area spopolata, lontana dai grandi centri abitati, in un paese di circa 5 mila abitanti.

Su 30 richieste pervenute, 5 sono state rigettate. Accolte, invece, le disponibilità di: Aquilonia, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino, Castel Baronia, Conza della Campania, Flumeri, Frigento, Lacedonia, Lioni, Montella, Monteverde, Morra de Sanctis, Rocca San felice, Sant’Angelo dei Lombardi, Savignano Irpino, Senerchia, Sturno, Villanova del Battista, Atena Lucana, Montesano sulla Marcellana, Oliveto Citra, San Gregorio Magno, Foiano Val Fortore, Pesco Sannita e Caiazzo.

Ben 18 comuni su 25 sono situati in Irpinia, la maggioranza in Alta irpinia e con buone probabilità di vedersi assegnato il progetto poiché tra i vincoli c’è l’altitudine del paese, che il bando fissa a 700 metri sul livello del mare e – non secondaria – la presenza della rete 5G.

In attesa del prototipo e dei test, considerato lo stato in cui versano molte strade colabrodo di collegamento tra i suddetti comuni, c’è già chi lancia la sfida alla tecnologia: oltre all’auto senza pilota, si sviluppi e testi anche l’auto senza ruota ! Ma chissà, un problema, in un futuro non lontano, potrebbe tramutarsi in opportunità. Perchè no?