LAPIO. LA GRINTA DI RENATO PER VINCERE LA PARTITA PIU’ DIFFICILE

LAPIO. LA GRINTA DI RENATO PER VINCERE LA PARTITA PIU’ DIFFICILE

13 Aprile 2020 0 Di La redazione

Renato Laurino, operatore del 118, ringrazia la moglie, la comunità e l’azienda “Moscati” per il supporto nella degenza da Covid-19. Il suo esempio per quanti stanno lottando

Come la tensione che si scioglie alla fine di una partita intensa. Ancora un successo sul campo per Renato Laurino, 63 anni, operatore del 118 del “Moscati” – ufficialmente guarito dal Coronavirus dopo il doppio tampone negativo accertato dall’Asl. Una vittoria da condividere e trasmettere a quanti stanno ancora disputando la sfida contro il virus.

Da sempre in prima linea come autista del Pronto Soccorso di Avellino, Laurino è stato in passato anche un carismatico calciatore. Un leader alla Baresi, non a caso lo chiamavano “lo spazzino” per la grinta con cui riusciva a liberare l’area di rigore dai pericoli. Enfant prodige del calcio Avellino ha militato nella formazione dell’Avellino primavera (foto); indimenticabile il suo duello contro Virdis e Piras gemelli del gol del Caglia in Erba. Passò poi alla Battipagliese in Promozione, Eccellenza e concluse con il Solofra in Interregionale prima di appendere le scarpette.

In isolamento in casa dal 25 marzo, lontano da moglie e figli. Ha sentito il calore della comunità e dell’azienda ma è per la sua metà che riserva una dedica particolare: “Il mio grazie va a tutti quelli che mi sono stati vicino. Soprattutto a mia moglie – aggiunge – che mi ha cibato come un bambino”.  Già, perché oltre la malattia in sé, i momenti più difficili riguardano la sofferenza psicologica – che molti guariti hanno testimoniato – nella malinconia di stare da soli, momenti difficili da affrontare. Renato in questo periodo è stato lontano da moglie e figli. Per questo il suo messaggio di speranza di Renato è rivolto a tutti coloro che stanno affrontato il Covid-19. Stringere i denti e lottare, fino al 90esimo e anche oltre fino poi ad esultare per la vittoria più bella.