L’ABRUZZO: TRA CULTURA E TRADIZIONE

L’ABRUZZO: TRA CULTURA E TRADIZIONE

3 Marzo 2021 0 Di La redazione

L’Italia è conosciuta nel mondo come uno dei paesi più ricco di bellezza e di tradizione.

Sono sempre di più infatti i turisti che ogni anno hanno scelto il nostro paese come meta per passare le proprie vacanze, con l’intento di visitare le più belle città scoprendone i musei, di rilassarsi sulle nostre spiagge o di fare un tour gastronomico gustando i prodotti locali.

Le regioni solitamente più visitate sono solitamente quelle più conosciute e popolari come Sicilia, Puglia, Toscana o Sardegna, ma anche altre regioni solitamente meno conosciute meritano di essere scoperte e visitate perchè ricche di storia e di posti bellissimi.

 

Una di queste è sicuramente l’Abruzzo, una regione del centro-sud bagnata dal mar Adriatico dal background storico estremamente affascinante.

Questa regione è infatti abitata sin da tempi antichissimi, ed è infatti meta spesso scelta da archeologi intenti a volerne scoprire reperti ancora inesplorati.

Ma non solo, un’altra caratteristica che fa dell’Abruzzo una meta perfetta per gli appassionati di natura; la regione vanta infatti la presenza di diversi parchi naturali come il Parco Nazionale del Gran Sasso, il Parco Naturale Regionale Sirente-Velino o la Riserva Naturale Statale Valle dell’Orfeneto. Questi paesaggi naturali sono ricchissimi di verde e laghi, perfetti per una vacanza rilassante o avventurosa soprattutto per le famiglie. Sono numerose infatti anche le attrazioni per i più giovani come ad esempio il Parco Avventura Majella, che propone diverse attività entusiasmanti ed avventurose da svolgere a stretto contatto con la natura.

Ma non solo, l’Abruzzo vanta l’essere stata dichiarata la regione più verde di tutta Europa grazie appunto alla presenza dei parchi, il che è forte motivo di orgoglio non solo per i paesani, ma per tutta Italia, dimostrando quanto il nostro paese ci tenga a preservare le bellezze naturali che lo contraddistinguono.

 

Capitale dell’Abruzzo è l’Aquila, negli ultimi anni conosciuta principalmente per i fatti di cronaca dovuti al sisma che l’ha colpita il 6 aprile 2009, recandole purtroppo un danno ingente ancora ad oggi non totalmente riparato.

Ma l’Aquila non è solo questo, ma è anch’essa ricca di storia e tradizione così come la regione in cui è situata; la città infatti ha origine medievale fondata nel 1254 inizialmente come luogo antifeudale e in seguito ricostruita come comune libero dopo essere stata distrutta.

L’Aquila è ricca di monumenti, fontane e statue tra i quali si ricordano l’Anfiteatro di Amiternum (di origine romana)  e di luoghi religiosi di diverse epoche come la Basilica di Santa Maria di Collemaggiore e la Basilica di San Berdardino.

La piazza principale è Piazza del Duomo (o Piazza del Mercato), chiamata così per la presenza della Cattedrale dei Santi Giorgio e Massimo, diventata il Duomo della città dopo la sua costruzione alla fine del XIII secolo.

Famosissime nella città sono le Cancelle, edificio costituito da delle case-botteghe costruite nel 1400 utilizzate per il commercio e l’esposizione della merce in vendita; considerate un vero e proprio gioiello di origine architettonica, sono caratterizzate da una serie di aperture ad arco a tutti sesto, che danno movimento e armonia alla composizione architettonica.

Inizialmente situato in Piazza Duomo, l’edificio è stato spostato a seguito del sisma, in sostituzione al Palazzo delle Poste.

 

Insomma, possiamo dire che l’Abruzzo non ha nulla da invidiare alle altre regioni d’Italia, ma anzi presenta caratteristiche naturale ed architettoniche di rara bellezza.

Non sappiamo quando si potrà tornare a viaggiare in libertà e tranquillità, ma se poteste puntare sull’Abruzzo su piattaforme come William Hill come regione assolutamente da visitare in questo 2021, lo fareste?