“COSI’ PAPA FRANCESCO HA FATTO SORRIDERE MIO COGNATO MALATO TERMINALE”

19 marzo 2018 0 Di Monica De Benedetto

“Un’emozione indescrivibile parlare con lui”. Così l’operatrice OSS di Ariano che ha accompagnato dopo molte difficoltà il cognato malato di cancro dal Papa. Nancy Oliva, Volontaria della Pubblica Assistenza Anpas di Ariano riesce anche a consegnare una lettera al Santo Padre. Oggi ancora emozionata racconta la sua commovente esperienza.

Erano già stati mercoledì in Piazza San Pietro, ma Papa Francesco lo avevano visto solo da lontano, poi lei ha deciso di tentare a Pietrelcina, non aveva i pass e non trovava un’ambulanza economica. Ma Nancy Oliva, operatrice OSS al Pronto Soccorso e volontaria Ampas di Ariano Irpino ha tentato il tutto per tutto per esaudire il desiderio del cognato, giovane malato oncologico, di ricevere una benedizione dal Papa e così è stato, grazie anche alla disponibilità della Pubblica assistenza di Montecalvo che gratuitamente li ha accompagnati. Il Santo Padre si è avvicinato a loro, ci ha parlato e ha dato la sua benedizione all’ammalato. L’emozione resta indescrivibile…

VIDEO INTERVISTA